Dischi MANGABOO L'album di debutto del progetto di Giulietta Passera (The Sweet Life Society) e di Pisti (Motel Connection)

mangaboo_l_album_di_debutto_del_progetto_di_giulietta_passera_the_sweet_life_society_e_di_pisti_motel_connection_dischi
Condividi

Venerdì 24 novembre è uscito per Elastica Records Mangaboo, l'album omonimo di debutto del nuovo progetto musicale di Giulietta Passera (The Sweet Life Society) e Francesco Pistoi (Motel Connection), due artisti dai background caleidoscopici.

Techno, Jazz, House music, Soul, sono solo alcuni dei generi che confluiscono in questo progetto dando vita ad un sound dall’eleganza vulcanica. L'album è stato prodotto dagli stessi Mangaboo e Andrea Bertolini – che lo ha anche mixato - tra Torino, Radda in Chianti, Gropello Cairoli e Lunetta.

Il nome Mangaboo si ispira ad un luogo immaginario tratto da un celebre romanzo fantastico, Il Mago di Oz. È una città utopica che si trova al centro della Terra illuminata da un sole immobile e dalla luminosità psichedelica, attorno a cui splendono altre cinque stelle di colori differenti. Non esiste notte e il tempo è incalcolabile.

Il nostro primo disco mostra innanzitutto la comune intesa nel considerare la Musica una ricerca del piacere, come in un affollato Club il suono deve essere tanto marginale quanto degno di interesse. Questa dimensione ci ha reso liberi di esprimerci, con tutte le ingenuità con cui si affronta un nuovo spostamento.” raccontano Pisti e Giulietta. “L’album è infatti un nomadismo continuo in una grande libreria di dischi, dove ad ogni scaffale ci siamo fermati ad ascoltare i suoni che più ci impressionavano. Costruendoci così una nuova “entità”, ci siamo fatti inondare dagli altri come a un chiaro di Luna sui campi.”

Giant Steps è una canzone nata ascoltando il Requiem di Mozart e reinterpretando gli accordi base. Reception è stata scritta divertendosi a rivedere uno dei classici della House Music come Get Get Down di Paul Johnson. In Like a GoodBye i Mangaboo hanno manipolando un campione che avevano registrato con Gianluca Petrella e lo hanno invaso con il loro immaginario. Rant and Rave sono sei minuti di canzone dove si passa dall'atmosfera di un american bar al ballare in un Rave.

In contemporanea con il disco è uscito il video del singolo Giant Steps, che riprende il soggetto di un quadro di fine Ottocento misteriosamente scomparso, Il supremo convegno di Giacomo Grosso.

Per far rivivere quest’opera la regia è stata affidata a Giulia Achenza, giovane regista dalla doppia esperienza, maturata in ambito fashion attraverso video per Armani - Condé Nast Italia, Pucci, Marras, Etro, Marta Martino e in campo musicale con i videoclip per Joan Thiele, Jack Jaselli, Christaux. Vincitrice nel 2014 della prima edizione del Fashion Film Festival Milano con il cortometraggio Leakage. Un anno dopo, sempre il Fashion Film Festival Milano le commissiona il video manifesto dell’edizione del 2015 (Chea).

 

Per la realizzazione di Giant Steps dei Mangaboo sono stati coinvolti due attori d’eccezione, Eleonora Carisi, nota ed elegante fashion blogger, e Nicus Lucà, artista torinese dall'indole dissacrante. Gli abiti da sera fanno parte dell'ultima collezione di Antonio Marras; l'abito nero di Giulietta è stato realizzato su misura da Melina Benedetto. La location esclusiva è il Castello di Rivara, complesso di origine medievale e importante centro d’arte Contemporanea.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop