Torino News

TORINO, 03 November 2016

Mostre From Outer Space di Laurina Paperina dal 05 novembre al 03 dicembre 2016 Fusion Art Gallery Torino

from_outer_space_di_laurina_paperina_dal_05_novembre_al_03_dicembre_2016_fusion_art_gallery_torino_news_torino_torino_piemonte
Condividi

La Fusion Art Gallery presenta FROM OUTER SPACE, la personale di Laurina Paperina (Rovereto, 1980) a cura di Alfredo Sigolo. La mostra rientra nel circuito off di NEsxT Independent Art Network e fa parte di COLLA la nuova piattaforma delle gallerie torinesi. 

L’intervento sulle cartoline è un lavoro che accompagna da sempre l'artista, ma per la prima volta viene presentato in modo organico. Per gli intenti di fascinazione e di suggestione, ma anche per la connotazione stereotipica, la cartolina è un oggetto profondamente pop, ambito nel quale si iscrive la ricerca dell’artista.

Il disegno è alla base della ricerca di Laurina Paperina, indipendentemente dal fatto che le sue opere si mostrino nella veste di dipinto, video, scultura o installazione; lo è perché il disegno è il mezzo più immediato e naturale con il quale l’uomo rappresenta e descrive il mondo che lo circonda.

L’ironia che connota i lavori dell'artista si sposa con una tecnica facile e veloce, studiata per una comunicazione tanto immediata quanto efficace. Niente messaggi nascosti, niente retropensieri o concetti inespressi tra le righe, tutto è reso nella piena banalità corrosiva, tutto si svolge sul piano bidimensionale del foglio.

Il vero obiettivo di Laurina è la demitizzazione, la desacralizzazione e la demolizione del mito, si tratti di una rock star o di un maestro dell’arte contemporanea, che si attua con strumenti come l’horror vacui, l’appropriazione, l’iperbole, ma soprattutto con una tecnica che si può definire “riduzionismo” (reductio ad unum) e che consiste nel ricondurre a uno stesso piano concettuale elementi culturali alti e bassi, contaminare messaggi universali e stereotipi della cultura di massa con le proprie esperienze autobiografiche, in una sorta di sgangherato e compresso melting pot.

From Outer Space certifica lo “spostamento” dell’oggetto-cartolina dall’ambito pop vintage a quello ultrapop dell’universo fumettistico di Laurina Paperina; il titolo cita Plan 9 from Outer Space, un B movie horror fantascientifico del 1959, famoso per due ragioni: l’essere l’opera più nota del suo autore e regista, il controverso Edward D. Wood Jr., e l’essere ritenuto convenzionalmente, a seguito delle stroncature ricevute dai critici, il più brutto film di tutti i tempi.

In mostra anche una selezione di cartoons, opere video tra le quali spiccano quelli della serie How to kill the artists, una quasi-storia dell’arte contemporanea visionaria, nella quale i più noti artisti della contemporaneità restano vittime delle loro stesse opere.

(dal testo di Alfredo Sigolo)

www.fusionartgallery.net

L'inaugurazione della mostra coincide con la Notte delle Arti Contemporanee, sabato 5 novembre 2016, prevista durante la serata anche l'evento Wieteke Heldens/Open Studio - fusion Air Artist-in-Residence Program.

Apertura straordinaria: fino alle 24.00.


Fusion Art Gallery
piazza Peyron 9/g, Torino

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop