Torino News

TORINO, 21 April 2017

Musica BANDA OSIRIS, LITIO, PESTELLI Polo del ‘900 Torino martedi 25 aprile 2017

Una giornata di letture, incontri, esposizioni e spettacoli per il 25 aprile

banda_osiris_litio_pestelli_polo_del_900_torino_martedi_25_aprile_2017_news_torino_torino_piemonte
  Banda Osiris
Condividi
Indicazioni di contatto
Polo del '900
Via del Carmine,14
Torino 
Link al sito 

Sarà un’intera giornata di appuntamenti e iniziative per celebrare la Liberazione, quella che dalle ore 10 alle ore 20 di martedì 25 aprile caratterizzerà la “Festa grande d’aprile” che il Polo del ‘900, nei palazzi di San Celso e San Daniele in corso Valdocco angolo via del Carmine, organizza insieme ai suoi enti partner e con il sostegno del Comitato Resistenza e Costituzione del Consiglio regionale del Piemonte e la collaborazione della Città di Torino.

 

Una vera e propria maratona di festeggiamenti da mattina a sera, che avrà il suo momento clou nel concerto con cui, per l’intero pomeriggio, ad animare gli spazi esterni del Polo del ‘900 saranno il cantautorato italiano, l’indie rock, ma anche il teatro musica e i classici repertorio musicale partigiano: dalle 14,30 si esibiranno, in una kermesse presentata dall’ex Perturbazione Gigi Giancursi, l’intramontabile Banda Osiris, Carlo Pestelli e Alex Gariazzo, la giovane band dei Litio e i Tavernacustica.

 

Dieci ore di programmazione complessiva per condividere i valori della Resistenza e i principi della Costituzione attraverso un intenso momento di partecipazione popolare, che oltre alla musica proporrà letture, incontri, proiezioni, esposizioni, spettacoli il cui filo conduttore è la figura di Franco Antonicelli, il leader del CLN piemontese che annunciò alla radio la Liberazione di Torino.

 

La “Festa grande d’aprile” si colloca nel calendario di iniziative sulla Liberazione proposte durante tutto il mese al Polo del ’900, un percorso di appuntamenti promossi dai 19 enti del centro culturale situato nel complesso juvarriano dei Quartieri militari che, come spiega il suo presidente, Sergio Soave, “conferma così la sua natura di spazio dedicato alla formazione e allo sviluppo comunitario sui grandi temi che caratterizzano la nostra identità, traendo spunto dall’eredità storica, sociale, economica e politica del ‘900 come chiave per rileggere il mondo contemporaneo. Qui identità multiple, esperienze e competenze diverse, convergono nelle progettualità degli enti culturali coinvolti nel progetto, che sviluppano un discorso a cavallo tra memoria e attualità”.

 

Dichiara Nino Boeti, vice Presidente del Consiglio regionale del Piemonte e consigliere delegato al Comitato Resistenza e Costituzione: “Appartengo ad una generazione che è nata dopo il 25 aprile, ma se avessi potuto scegliere in quale momento della storia del nostro Paese nascere, avrei scelto il 25 aprile del 1945, immaginando la gioia e l’entusiasmo che si respirava in quel giorno nelle strade delle nostre città. La guerra era finita. Il fascismo e il nazismo erano stati sconfitti. Restava ancora fortissimo il dolore per i milioni di morti ma si guardava al futuro con speranza. E’ stata allora una giornata di festa. Per questo abbiamo voluto chiamare ‘Festa grande’ questo 25 aprile 2017. E non c’è festa che non abbia la musica”.

 

Dichiara l'Assessore alla Cultura della Città di Torino Francesca Leon: “Torino è città simbolo della Resistenza e la celebrazione della Liberazione rappresenta una tappa fondamentale nella costruzione della nostra democrazia, un momento da sempre molto sentito in Città. Da tempo a Torino si ricorda il 25 aprile con musica dal vivo e letture, ma quest’anno, grazie all’azione congiunta del Polo del ‘900, del Consiglio Regionale del Piemonte e della Città, la celebrazione si estende alla intera giornata con Festa grande d’aprile! Sarà un momento di divertimento e di avvicinamento ai temi della nostra storia, caratterizzato da tante iniziative, pensate per riflettere sul nostro passato. “Per comprendere il significato della parola libertà, bisogna esserne stati privi”, ha detto la staffetta partigiana torinese Anna Cherchi e questa giornata ha il senso di trasmettere il ricordo del passato, guardando al futuro”.  

 

 

IL CONCERTO POMERIDIANO DEL 25 APRILE AL POLO DEL ‘900

 

La Banda Osiris di Sandro Berti (mandolino, chitarra, violino, trombone), Gianluigi Carlone (voce, sax, flauto), Roberto Carlone (trombone, basso, tastiere), Giancarlo Macrì (percussioni, batteria, bassotuba) propone lo spettacolo “Le Dolenti Note”, mentre Carlo Pestelli e Alex Gariazzo si esibiranno in “Stornelli d’Aprile”, una rivisitazione attenta dei canti popolari della tradizione partigiana. Sul palco anche la giovane band dei Litio (Stefano Sghesio voce, Michele Piovano Batteria, Francesco Torelli chitarra, Marco Barberis Basso) che presenta l’album - esordio Catcher  (Mescal). I Tavernacustica (Dario De Seppo fisarmonica e chitarra, Alessandro Beltrame voce e chitarra acustica) ci riportano invece all’Italia di Fossati, Bennato, Gaetano, Battisti, Dalla.

 

~      ore 14.30 TAVERNACUSTICA

~      ore 16.00 LITIO

~      ore 17.00 CARLO PESTELLI e ALEX GARIAZZO

~      ore 18.00 BANDA OSIRIS

 

 

GLI APPUNTAMENTI DEL 25 APRILE AL POLO DEL ‘900

 

Filo rosso dell’intera giornata sarà la rievocazione della figura di Franco Antonicelli, straordinaria personalità della Resistenza, presidente del CLN piemontese e fondatore - settant’anni fa, il 25 aprile del 1947 - dell’Istituto Storico della Resistenza, diventandone il primo presidente.

Giornalista, editore, critico letterario, poeta, autore di teatro, dirigente RAI e presidente dell’Unione Culturale, fu proprio Antonicelli ad annunciare alla radio la liberazione di Torino e fu sempre lui a pubblicare - sempre settant’anni fa - la prima edizione di “Se questo è un uomo”, il capolavoro di Primo Levi, per i tipi della De Silva, la piccola casa editrice torinese che dirigeva, dopo che alcuni grandi editori, fra cui Einaudi, avevano rifiutato il manoscritto.

 

~      dalle ore 10:00 alle ore 20:00 - Palazzo San Celso
TORINO 1938 - 1948

Mostra permanente del Museo Diffuso della Resistenza

~      ore 10:30 - Palazzo San Celso - Sala Conferenze
STAFFETTA DELLA MEMORIA. GLI OGGETTI RACCONTANO LA STORIA

Oggetti originali del periodo della Seconda Guerra Mondiale, portati e raccontati dai cittadini,  diventano protagonisti per un giorno di una mostra-spettacolo sulla guerra, la Resistenza, la Liberazione.

 

~      ore 11:00 - Palazzo San Daniele - Area Kids
LETTURE SULLA LIBERTÀ

Laboratorio per bambini dal 6 ai 10 anni, in collaborazione con le Biblioteche Civiche Torinesi. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

~      ore 11:00 - Palazzo San Daniele - Sala '900 
ACCENDI LA RESISTENZA

Concorso creativo. I vincitori della prima edizione presenteranno diversi spettacoli e letture.

~      ore 12:00 - Palazzo San Daniele - Sala lettura, 1 piano
LE SORPRESE DI UN AMICO

Esposizione di libri, testi e documenti su Franco Antonicelli e la traduzione culturale torinese, da Gobetti a Bobbio.

~      ore 15:00 - Palazzo San Daniele - Sala '900 
LEZIONE ANTONICELLI

La vita di Franco Antonicelli in una lezione scritta da Leonardo Casalino e recitata da Marco Gobetti.

~      ore 16:00 - Palazzo San Daniele - Sala lettura, 1 piano
ANTONICELLI EDITORE. DA TOPOLINO A SE QUESTO È UN UOMO

Un racconto di Domenico Scarpa sul rapporto tra Antonicelli e Primo Levi.

~      ore 16:45 - Palazzo San Celso - Sala Memoria delle Alpi
LA TORINO LIBERATA DI FRANCO ANTONICELLI
Un percorso tra carte pubbliche e private

~      ore 17:00 - Palazzo San Celso - Sala Memoria delle Alpi
FRANCO ANTONICELLI. FRAMMENTI DI IMMAGINI E SUONI

 

La giornata sarà seguita da Radio Polo (la trasmissione sarà messa in onda da Tradi Radio sul sito  www.reteitalianaculturapopolare.org) e presso il Salotto del ‘900 sarà allestito uno spazio dedicato a “Resistenze e Liberazioni oggi”, a cura dell’Archivio e della Biblioteca del Polo del‘900.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop