Torino News

TORINO, 27 April 2017

Varie Salone del Libro di Torino 2017: dal 18 al 22 maggio 2017 Lingotto Fiere un'edizione record per il trentennale

anticipato alle 8.30 l'orario di accesso ai controlli di sicurezza

salone_del_libro_di_torino_2017_dal_18_al_22_maggio_2017_lingotto_fiere_un_edizione_record_per_il_trentennale_news_torino_nazionale_torino_nazionale_piemonte_nazionale
Condividi

“L’immagine dell’edizione numero trenta è un libro che scavalca un muro: non è, chiaramente, di questi tempi, un'immagine neutrale. Non è un'immagine oleografica, perché la cultura - per chi la intende come la intendiamo noi - non è un oggetto da mettere in vetrina ma una forza viva, trasformativa, che modifica il paesaggio circostante, che qualche volta cambia addirittura le carte in tavola, o le regole del gioco, che non ti lascia come ti aveva preso, che ti consente di fare esperienza”.

È con queste parole che il direttore editoriale Nicola Lagioia battezza il suo primo Salone Internazionale del Libro di Torino, l’edizione numero trenta della manifestazione che dal 18 al 22 maggio 2017 celebra il prestigioso traguardo “anagrafico” scavalcando il perimetro della tradizionale e sempre vasta offerta editoriale per sconfinare in una programmazione culturale a tutto tondo che caratterizzerà per cinque giorni l’intero territorio cittadino.

I numeri offrono la prima panoramica di ciò che avverrà nei 45 mila metri quadri di superficie espositiva dei padiglioni del Lingotto Fiere: circa 11 mila i metri quadri commerciali (il 10% in più dello scorso anno) allo stato attuale occupati da 424 titolari di stand (nel 2016 erano 338), a cui si sommano i 9 stand dei progetti speciali. Complessivamente il trentesimo Salone del Libro propone ad oggi 1.060 case editrici, dando vita a un programma che conta circa 1.200 appuntamenti disseminati nelle 30 sale a disposizione del pubblico, che vanno dai 600 posti della più grande, la Sala Gialla, ai 20 dei laboratori didattici.

Il totale delle case editrici è rappresentato dalle 390 con stand proprio, da altri 360 editori italiani e stranieri ospitati da stand di colleghi, dalle presenze di 10 fra case discografiche ed editori musicali accolti nell’area ad essi dedicata e da quelle inserite nei 12 spazi regionali di Piemonte, Toscana (regione ospite), Basilicata, Calabria, Friuli, Lazio, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Valle d’Aosta, oltre all’area di Matera 2019, e nei tre stand internazionali di Cina, Romania e Marocco, che insieme accolgono all’incirca ulteriori 300 realtà editoriali dei loro territori.

Ispirato nelle sue sezioni tematiche dal filo conduttore “Oltre il confine”, come recita il titolo di quest’anno, magistralmente illustrato da Gipi nell'immagine guida, il programma intessuto per l’edizione 2017 da Nicola Lagioia con i quattordici consulenti del Salone e lo staff della Fondazione per il Libro, si apre verso nuove dimensioni sia in termini di contenuti, sia dal punto di vista degli spazi fisici e degli orari, caratterizzando in tal senso la consueta passerella di grandi autori e protagonisti della scena culturale italiana e internazionale.

Varcando la soglia del trentesimo Salone del Libro di Torino sarà il pubblico stesso ad essere condotto “oltre il confine”: per scoprire il volto autentico degli Stati Uniti con la sezione “Another side of America”; per incontrare donne che stanno cambiando il mondo, protagoniste di “Solo noi stesse”; per lasciarsi sorprendere dai reading di “Festa Mobile”; per affacciarsi sul futuro con gli appuntamenti de “L’età ibrida”; per conoscere l’Italia che risorge dal terremoto, ospite della programmazione “Il futuro non crolla”; per riconsiderare il vero valore del cibo e dell’alimentazione negli spazi di “Gastronomica”; per imbattersi nell’arte e nell’illustrazione di grandi maestri con “Match. Letteratura vs Arte”; per confrontarsi con la letteratura di frontiera dei “Romanzi Impossibili”; per trovare settantuno festival culturali italiani riuniti nel “Superfestival”; per farsi trasportare dalle sonorità dello spazio “Music’n’Books”; per assaporare la quiete autentica entrando dentro “L’isola del silenzio”; per far crescere i propri figli e nipoti con un libro in mano grazie al “Bookstock Village”; per superare i confini della fantasia con le iniziative per Tolkien e King. Ma ancora, per udire le mille lingue della letteratura mondiale, per celebrare grandi personaggi ed eventi del passato di cui ricorrono gli anniversari, per fermarsi ad ascoltare l’autore più amato, per approfondire gli argomenti di chi ha fatto dell’editoria il proprio mestiere.

E poi, per vivere l’evento al di là dei padiglioni del Lingotto e dei suoi orari di apertura, perché il Salone si dilata popolando l’intero territorio cittadino con un fitta serie di incontri, concerti, reading, esibizioni, feste ecc. per animare ogni giorno e fino a tarda sera le location più suggestive del capoluogo subalpino. È il programma del Salone Off, che mai come quest’anno, in cui il Salone chiude i battenti alle ore 20, diventa un elemento integrante del programma della manifestazione, invadendo Torino ed espandendosi in altre 15 località del territorio provinciale e regionale. Oltre 150 luoghi coinvolti nei modi più disparati: alcune sono location insolite, come quelle occupate dal programma esterno di “Festa Mobile” (fra i tanti, la mongolfiera di Borgo Dora o il Sommergibile Andrea Provana al Parco del Valentino), oppure vere e proprie sedi distaccate del Salone come l’area dell’Ex-Incet per i concerti serali. Fra gli eventi fuori sede anche le “Narrazioni Jazz” organizzate con la Città di Torino, il cui concerto della serata di mercoledì 17 maggio all’Auditorium del Lingotto inaugurerà il Salone con “Jass. Ovvero quando il jazz parlava siciliano” (accesso gratuito con possibilità di prenotare il ticket a 5 euro).

L’Ibf - International Book Forum, l’area professionale per la compravendita dei diritti editoriali, occuperà quest’anno le sale del Museo Carpano di Eataly dove i 370 gli operatori dell’editoria ad oggi iscritti - di cui 128 stranieri da 29 Paesi, daranno vita a contrattazioni e appuntamenti commerciali. Ad essi si aggiunge la presenza di 40 realtà italiane e internazionali del comparto dell’audiovisivo di Book to Screen, sezione che Ibf dedica alle produzione televisive, cinematografiche e new media, con alcuni dei marchi più importanti del settore a livello mondiale.

 

I CONSULENTI PER LE SEZIONI DEL SALONE DEL LIBRO

Andrea Bajani, consulente per Romanzi Impossibili; Giulia Blasi, consulente per i workshop sulla scrittura digitale; Ilide Carmignani, consulente per il ciclo L’AutoreInvisibile; Giuseppe Culicchia, consulente per Festa Mobile; Giorgio Gianotto, consulente per L’età ibrida e Prospettive digitali; Alessandro Grazioli, supporto al coordinamento editoriale e di comunicazione; Alessandro Leogrande, consulente per la parte relativa agli anniversari; Loredana Lipperini, consulente per le due feste per J.R.R. Tolkien e Stephen King, per l’approfondimento Il futuro non crolla e per Solo noi stesse insieme a Valeria Parrella; Valeria Parrella, consulente per Solo noi stesse insieme a Loredana Lipperini; Vincenzo Trione, consulente per Match, arte vs letteratura; Fabio Geda ed Eros Miari, consulenti per il programma bambini e ragazzi del Bookstock Village; Mattia Carratello e Rebecca Servadio, consulenti per il progetto IBF-International Book Forum.

 

LUOGO E DATA

Lingotto Fiere, via Nizza 280 - 10126 Torino

Da giovedì 18 a lunedì 22 maggio 2017

 

ORARI DI APERTURA

Tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 20.00.

Dopo le ore 20.00 programmazione del Salone Off con incontri, concerti ed eventi in tutta la città.

 

 

BIGLIETTI DI INGRESSO

 

Online

Su salonelibro.it si può acquistare online il biglietto e saltare la coda.

 

Intero Web Italia / Estero: 10,00 €                 

Ridotto Comitive: 8,00 € (minimo 25 persone)

Ridotto Giovani Web: 8,00 € (da 7 a 18 anni)

Ridotto Bimbi Web: 2,50 € (da 3 a 6 anni)

Abbonamento Web Italia / Estero: 25,00 €

 

+ 1,00 € di diritto di prevendita (2,50 € per l'abbonamento). La biglietteria online ha un varco dedicato e segnalato per consentire a chi ha già acquistato il biglietto di entrare direttamente nei padiglioni.

 

Alle casse del Lingotto Fiere

 

Intero: 10,00 €

Ridotto generico: 8,00 € (valido per le seguenti categorie: over 65, Militari e Forze dell’ordine, Ragazzi 7-18 anni non accompagnati dalle scuole, universitari, disabili - dietro presentazione di tesserino -, soci Touring Club Italiano con tessera in corso di validità, possessori Tessera Torino+Piemonte Card, possessore Biglietto bus City Sightseeing Torino)

Ridotto Bimbi: 2,50 € da 3 a 6 anni (accompagnati dai genitori o con la scuola)

Ridotto Bambini Scuole: 2,50 € da 7 a 10 anni (con la classe accompagnata dall’insegnante)

Ridotto Ragazzi Scuole: 6,00 € da 11 a 18 anni (con la classe accompagnata dall’insegnante)

Ridotto Professionale (da giovedì a domenica): 5,00 € (valido per le seguenti categorie: editori non espositori, scrittori, insegnanti, bibliotecari, librai, traduttori, docenti universitari e consulenti editoriali)

Ridotto Professionale (solo il lunedì): 1,00 € (valido per le seguenti categorie: editori non espositori, scrittori, insegnanti, bibliotecari, librai, traduttori, docenti universitari e consulenti editoriali)

Ridotto Inps (solo il lunedì) 5,00 € (valido per pensionati Inps che esibiscano documento che attesti la titolarità di pensione, ad es. Cassetto Previdenziale del Cittadino)

Ridotto Carta Acquisti: 2,00 € per Possessori Carta Acquisti (Social Card)

Abbonamento: 25,00 € valido per i cinque giorni (1 ingresso giornaliero)

Abbonamento ridotto Professionali e Studenti: 12,00 € (valido per le seguenti categorie: editori non espositori, scrittori, insegnanti, bibliotecari, librai, traduttori, docenti universitari e consulenti editoriali, studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado accompagnati dagli insegnanti).

Gratuito per le seguenti categorie: possessori di voucher omaggio delle campagne Salone 2017 (Natale, San Valentino, Just The Woman I Am ecc.), insegnanti che accompagnano le classi, accompagnatore di disabile con tesserino che ne indichi l’obbligo, accompagnatore di età inferiore a 12 anni, di possessore di Torino+Piemonte Card.

 

Per info: biglietteria@salonelibro.it

SOCIAL

Il Salone del Libro è anche social. È possibile seguire gli appuntamenti In e Off sul sito internet, la pagina facebook e i profili instagram e twitter: salonelibro.it | @SalonedelLibro | #SalTo30.

 

COPERTURA WI-FI

Fastweb, sponsor tecnico della 30a edizione del Salone Internazionale del Libro, ha realizzato un collegamento a banda ultra larga in fibra ottica, che fornirà per tutta la durata della manifestazione copertura wi-fi gratuita e di ultima generazione agli espositori, ai visitatori, agli ospiti e relatori.

 

PUNTI FOOD

Disponibilità di prodotti per chi ha esigenze alimentari specifiche, come celiaci e vegetariani.

 



IN VIAGGIO VERSO “ANOTHER SIDE OF AMERICA”

GLI STATI UNITI e i LORO grandi autori PROTAGONISTI della sezione speciale deL SALONE, PER SCOPRIRNE MITI, volti E CONTRADDIZIONI

 

 

“L’America ha un’incredibile capacità di storicizzare il passato prossimo” scriveva Umberto Eco in Sette anni di desiderio. Probabilmente è così, se è vero che sono già storia eventi che solo qualche mese fa affollavano le cronache dei media, come l’elezione di Donald Trump o il Nobel per la letteratura a Bob Dylan. Gli Stati Uniti, fra i loro molti primati e le altrettante contraddizioni, restano nell’immaginario collettivo il luogo del “grande sogno”, la terra delle opportunità e delle conquiste. Ma, al di là degli stereotipi e dei ruoli geopolitici, qual è il vero volto di questo grande paese? Il Salone del Libro di Torino andrà anche in questo caso “oltre il confine” per esplorare la società “stelle e strisce” con gli approfondimenti della sezione Another Side of America che eredita la tradizionale presenza del paese ospite della manifestazione.

 

Le voci che condurranno il pubblico del Salone lungo questo inedito coast to coast saranno quelle del Premio Pulitzer Richard Ford, nell’occasione in dialogo con Sandro Veronesi per presentare l’uscita in Italia del suo nuovo libro, di Jonathan Lethem che arriva grazie alla collaborazione con La Milanesiana, di Alan Friedman attraverso il suo libro Questa non è l’America, di Brian Turner a confronto con Giuseppe Culicchia, di Bruce Sterling con le sue visioni cyberpunk, dell’autrice di Future Sex, Emily Witt, della poetessa Claudia Rankine, di Chris Bachelder, mentre Daria Bignardi ci guiderà al di là della frontiera col Canada per incontrare Miriam Toews. E poi ci sono gli omaggi ad alcuni simboli della letteratura statunitense, come Kent Haruf, Stephen King, Allen Ginsberg e il genere hard boiled.

 

Dagli Usa si sconfina invece verso sud, oltre il perimetro messicano, con l’incontro I narcos mi vogliono morto” che vede protagonista padre Alejandro Solalinde, prete di strada, nemico dei narcotrafficanti e impegnato nella difesa della dignità dei migranti latinos di transito dal Messico agli States. Costretto a una vita sotto scorta, Alejandro Solalinde è un modello di impegno e di integrità e al Salone interverranno con lui, in occasione della pubblicazione del suo libro, Lucia Capuzzi, Moni Ovadia, padre Alex Zanotelli.

 

Un evento speciale viene invece dedicato a Furore di John Steinbeck, frutto della partnership fra Scuola Holden, Salone del Libro e Feltrinelli: un reading-spettacolo ideato e portato in scena da uno scrittore e un musicista: Alessandro Baricco e il leader dei Baustelle, Francesco Bianconi propongono l’anteprima di una performance inedita anche per la location, che sarà annunciata nell’imminenza dell’appuntamento.

 

Infine, all’interno dell’area espositiva del Lingotto troverà posto la Libreria a Stelle e Strisce, uno spazio curato dalle case editrici indipendenti Europa Edition e Other Press: qui, oltre agli editori, la possibilità di conoscere i librai indipendenti statunitensi Skylight Books di Los Angeles, Changing Hands Bookstore di Phoenix e Porter Square Books di Boston.

 

ALLA RICERCA DEGLI SCRITTORI DI CULTO

appuntamenti in cui incontrare GLI AUTORI Più AMATI dal pubblico

 

 

Probabilmente ciascuno porta in sé, in modo più o meno evidente, un proprio lato “mainstream”. Nei giorni del Salone Internazionale del Libro, è quello che anche ai più compassati fa perdere ogni pudore e afferrare lo smartphone per uno scatto allo scrittore noto incrociato fra gli stand, oppure che induce a fare lunghe code per il firmacopie dell’autore amato fin dalla gioventù, o ancora che ci spinge ad aggiungere su twitter il profilo del personaggio appena ascoltato alla presentazione del suo ultimo romanzo.

 

Un fenomeno a cui il Salone non si sottrae: e in questa trentesima edizione, da Daniel Pennac a Luis Sepúlveda, da Roberto Saviano ad Annie Ernaux, passando per Amitav Ghosh, Alicia Giménez Bartlett, Corrado Augias e Luciana Littizzetto, non mancano le occasioni per incontrare di persona scrittori italiani e stranieri “di culto” per molte generazioni.

 

Dopo 17 anni di assenza dal Salone del Libro, torna lo scrittore francese Daniel Pennac che, in occasione dell’uscita in Italia de Il caso Malaussène, presenta il nuovo capitolo del ciclo di Belleville in un dialogo con Stefano Montefiori. Proprio il Salone torinese fu la sede in cui vent’anni fa, per l’esattezza il 26 maggio 1997, l'autore dichiarò davanti a un pubblico incredulo: “Non scriverò mai più dei Malaussène”. Ne seguì ancora una puntata con “La passione secondo Thérèse” nel 1999, ma quello fu poi davvero l’ultimo volume della serie per molti anni, fino all’uscita in Francia di questa nuova pubblicazione.

 

Francese di nascita anche un’altra scrittrice molto amata dal pubblico italiano: Annie Ernaux, che partendo dal suo recente Memoria di ragazza, si confronterà con Daria Bignardi su un’età, quella della scoperta della sessualità, fragile e luminosissima, e su come la letteratura possa descriverla senza menzogne. La ritroviamo, in un secondo momento, protagonista dell’intensa interpretazione del libro che l’ha rivelata ai lettori italiani, Il posto, attraverso la voce unica di Sonia Bergamasco.

 

Lo scrittore cileno Luis Sepúlveda dialogherà con la collega argentina Elsa Osorio nel cui ultimo libro Doppio Fondo si fondono le testimonianze di alcune tra le pagine più cupe della storia sudamericana e la tradizione di genere noir. Sepúlveda sarà poi relatore dell’appuntamento Vivere per qualcosa con Carlo Petrini: un dialogo a due voci sull’urgenza di questioni sociali come lo sviluppo sostenibile, l’attenzione all’ambiente, le politiche di solidarietà, presupposti alla ricerca della felicità.

 

Altri momenti di riflessione li offrono l’indiano Amitav Ghosh con la lectio Il cambiamento climatico e l’impensabile per denunciare il ruolo dell’uomo nelle catastrofi ambientali e quanto poco la letteratura ne parli, e Roberto Saviano che con La paranza dei bambini ha ancora una volta squarciato il velo della criminalità organizzata nella sua Campania.

 

La spagnola Alicia Giménez-Bartlett apre invece le porte del suo laboratorio letterario: dalle indagini di Petra Delicado, l’ispettrice di Barcellona, fino al suo ultimo romanzo Uomini nudi, popolato da un’umanità consapevole e smarrita, sognatrice e indifferente, vincente e sconfitta.

 

Promettono poi il tutto esaurito incontri come quello che vedrà Luciana Littizzetto parlare del suo La bella addormentata in quel posto insieme a Maria De Filippi, le conversazioni con Maurizio De Giovanni, o fra Corrado Augias e Luciano Canfora.




A TORINO È “FESTA MOBILE” PER IL SALONE DEL LIBRO

READING E LECTIO INVADONO LA CITTÀ, DAL LINGOTTO AI MUSEI,

A LUOGHI INSOLITI COME UNA MONGOLFIERA O UN SOMMERGIBILE,

E SCONFINANO A LAMPEDUSA E NEGLI ISTITUTI ITALIANI DI CULTURA

 

 

Nel novembre del 2015 divenne il simbolo del riscatto dei parigini dagli attentati nella capitale francese: Festa Mobile è l’opera di Ernest Hemingway che rievoca la vita a Parigi negli anni Venti "quando eravamo molto poveri e molto felici". Una città che l’allora corrispondente del Toronto Star racconta attraverso l’atmosfera di café e bistrot, atelier e appartamenti, luoghi di ritrovo e spazi urbani, abitati da artisti, personaggi e intellettuali.

 

Un clima di dinamismo creativo che per il trentesimo Salone del Libro sarà possibile ritrovare a Torino nella sezione del programma che del libro di Hemingway porta il medesimo titolo: Festa Mobile diventa in questo caso il titolo del calendario dei reading che nei cinque giorni del Salone, in collaborazione con il Centro per il Libro e la Lettura, vedrà circa ottanta scrittori leggere i passi dei propri testi preferiti sia negli spazi del Lingotto Fiere, sia nei luoghi più disparati e talvolta insoliti della città. Perché sarà senz’altro un’esperienza insolita ascoltare una lettura a 150 metri d’altezza nel cielo di Torino sulla mongolfiera di Borgo Dora, dove ogni giorno più “viaggi” accoglieranno una ventina di persone, pari alla capienza dell’aerostato. A spargersi nel vento saranno le parole, ad esempio, di Guido Catalano alle prese con Un amore di Dino Buzzati, di Marcello Fois che legge Cuore di Edmondo De Amicis, di Piergiorgio Odifreddi con La Terra vista dalla Luna di Lucrezio, di Paolo Cognetti con i Racconti di Mario Rigoni Stern, mentre quotidianamente una corsa sarà riservata a Viaggio al centro della Terra di Jules Verne letto a puntate dagli ex allievi della Holden. Non meno inusuale per un reading è una location quale il Sommergibile Andrea Provana “spiaggiato” lungo il Po al Parco del Valentino, che vedrà Bruno Gambarotta cimentarsi con Ventimila leghe sotto i mari di Jules Verne. Ma anche il Mercato della Carne di Porta Palazzo, la Galleria Umberto I, un tram storico, l’Osservatorio astronomico di Pino Torinese, oppure diversi musei come quelli di Antichità, della Montagna, del Cinema, del Risorgimento, l’Egizio, la Pinacoteca Agnelli, il Mao e ancora l'Accademia delle Scienze e la Biblioteca di Villa Amoretti.

 

Il debutto del programma avverrà già mercoledì 17 maggio alle 21, quando il balcone di Palazzo Madama in piazza Castello ospiterà Eugenio Allegri con la sua lettura da Il Nome della Rosa di Umberto Eco, romanzo destinato a diventare il caso teatrale dell’anno, portato in scena allo Stabile di Torino dall’attore già protagonista di Novecento di Baricco con debutto il 23 maggio.

 

A seguire, evento musicale con Giorgio Li Calzi, Johnson Righeira e Gian Luigi Carlone che in un viaggio al limite dell’eresia in un’Italia senza barriere, stravolge con approccio minimale ed elettronico alcune fondamentali canzoni italiane degli ultimi 40 anni: Enzo Del Re, Dario Fo, De Andrè e Skiantos. Poi, dal cuore della città ci si sposterà in periferia per il fuori-orario allo Spazio Ex Incet, dove si esibiranno in un'anteprima del festival ToDays i 2manydjs: sono i fratelli belgi Stephen e David Dewaele, celebri per i loro set all’insegna di una dance che fa convivere brani di ogni genere, da Iggy Pop a Madonna passando per i Nirvana e le Salt’n’Pepa, mescolando house, rock, grunge, pop, punk, elettronica.

 

Ma Festa Mobile animerà anche l’area espositiva del Lingotto, dove gli appuntamenti si concentrano nella Sala Filadelfia del padiglione 2 che vedrà in scena le proposte più varie, fra cui le letture di Levante da L’Arte della Gioia di Goliarda Sapienza, Gianni Riotta dall’Iliade, Camillo Langone dall’Ecclesiaste, Simona Vinci dai Racconti di Lalla Romano, Giorgio Colangeli dalle Poesie di Garcia Lorca. Ai reading si affiancano poi una serie di lectio e dialoghi con personaggi della levatura di Carlo Ossola, Enzo Bianchi, Alessandro Barbero, Marco Aime, Alessandro Bergonzoni, Giorgio Vasta, Gian Arturo Ferrari, Eraldo Affinati e altri ancora.

 

Sempre fuori dal perimetro del Salone, ma in questo caso a mille chilometri di distanza di Torino, la speciale lettura prevista a Lampedusa, luogo altamente simbolico, lì dove l'Africa incontra l'Europa: alle ore 15 del 17 maggio, nell’Aula Magna Istituto Omnicomprensivo Luigi Pirandello, Pietrangelo Buttafuoco legge Jànchi mi divintaru li capiddi di Ibn Hamdis, poeta siculo-arabo del XII secolo.

 

Inoltre, sempre “oltre confine”, in occasione dell’edizione numero trenta del Salone, negli Istituti Italiani di Cultura di Parigi, Londra, Berlino, Bruxelles, Oslo e New York si terranno serate di reading in omaggio alla letteratura del nostro Paese e di celebrazione per il traguardo della manifestazione torinese.

 

 

Newspettacolo suggerisce

 

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop