Torino News

TORINO, 19 May 2017

Varie MUSEI REALI TORINO: visite guidate al secondo piano di Palazzo Reale e alle Cucine fino al 18 giugno 2017

biglietto Euro 4 (per ciascun percorso); non è necessaria la prenotazione

musei_reali_torino_visite_guidate_al_secondo_piano_di_palazzo_reale_e_alle_cucine_fino_al_18_giugno_2017_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Grazie al grande successo riscosso e alla forte richiesta del pubblico, i Musei Reali di Torino proseguono l’apertura del secondo piano di Palazzo Reale che, insieme alla Cucine Reali, sarà visitabile fino al 18 giugno 2017. Inoltre per la prima volta dopo lungo tempo sarà visitabile, insieme all’Appartamento dei Principi di Piemonte, anche quello dei Duchi di Aosta, offrendo così al pubblico la rara occasione di visitare il secondo piano di Palazzo Reale in un unico itinerario.

Dieci sono le stanze che compongono l’appartamento del duca e della duchessa d’Aosta, caratterizzate da un’ornamentazione sontuosa ma al tempo stesso contenuta. Alla fine del Settecento, in occasione delle nozze tra Vittorio Emanuele I di Savoia e Maria Teresa d’Asburgo Este, numerosi ebanisti e intagliatori si avvicendarono nella realizzazione degli arredi e delle decorazioni, seguendo le precise indicazioni dettate dagli architetti Carlo Randoni e Giuseppe Battista Piacenza. Tra gli ambienti che compongono l’insieme, si ricorda il Gabinetto cinese, già Gabinetto di toeletta della duchessa d’Aosta, il Gabinetto del balcone, piccolo ambiente di respiro ancora juvarriano, e la sala da parata trasformata in stanza del biliardo a inizio Novecento.

L’iniziativa rientra nell’ambito di A Palazzo c’è di più, programma che permette al pubblico di scoprire ambienti solitamente non compresi nei normali percorsi di visita, con visite a cura dei volontari dell’Associazione degli Amici di Palazzo Reale e grazie al contributo della Compagnia di San Paolo.

I due percorsi di visita, quello del secondo piano e quello delle cucine, si tengono fino a domenica 18 giugno 2017 ogni venerdì, sabato e domenica (ad eccezione del 4 giugno) alle ore 10-11-12-15-16-17; biglietto Euro 4 (per ciascun percorso); non è necessaria la prenotazione; gruppi di massimo 25 persone.

 

 

gli altri ambienti:

Appartamento dei Principi di Piemonte

Nella seconda metà del Seicento l’appartamento era abitato da dame e damigelle di Madama Reale ed era decorato solo parzialmente. Numerosi gli interventi successivi fino all’ultimo diretto da Pelagio Palagi per l’erede al trono Vittorio Emanuele II, figlio di Carlo Alberto e futuro Re d’Italia, in previsione delle nozze con Maria Adelaide d’Amburgo, celebrate nel 1842. Lo stesso appartamento fu abitato tra il 1930 e il 1933 dalla Principessa Maria José del Belgio, sposa del Principe di Piemonte Umberto futuro re d’Italia.A Torino la presenza del “principe charmant” e poi della sua bellissima consorte porta una ventata d’aria nuova in Palazzo, dove si susseguono ricevimenti, udienze, funzioni religiose ufficiali e private, balli, viaggi. Tutto è annotato dai prefetti di Palazzo nelle loro agende, compilate dal gennaio 1929 e (quindi quattro anni dopo l’arrivo di Umberto nell’antica capitale subalpina) sino al 10 giugno del 1946, alla vigilia della sua partenza per l’esilio.

 

Le Cucine Reali

Per il visitatore sarà quasi come intrufolarsi tra i fornelli un attimo prima dell’arrivo degli chef di corte, pronti ad armeggiare con luccicanti pentole e forme per budini da favola. Le cucine, situate nei sotterranei dell’ala di levante, sono state restituite al pubblico nel 2008 in seguito a un accurato lavoro di restauro che ha permesso di recuperare ambienti, arredi e utensili originali, tra i quali circa duemila pezzi in rame, dalle grandi pesciere agli stampi per dolci e biscotti.

Le sale, suddivise per il servizio dei diversi componenti della famiglia reale, a partire dagli Anni Trenta del Novecento furono ripartite in Cucine Reali, per Vittorio Emanuele III ed Elena del Montenegro, e Cucine dei Principi di Piemonte, Umberto e Maria Josè.

Il percorso permette di conoscere alcune curiosità legate al cerimoniale della tavola e degli Uffici di Bocca (incaricati di sovrintendere le cucine e le preparazioni dei pasti), comprese ricette, mode e regole del cerimoniale del Palazzo che fu cuore del regno d’Italia.

 

------------------------------

MUSEI REALI

www.museireali.beniculturali.it

 

Orari

I Musei Reali sono aperti dal martedì alla domenica dalle 8,30 alle 19,30

Ore 8,30: apertura biglietteria, Corte d’onore di Palazzo Reale, Giardini

Ore 9: apertura Palazzo Reale e Armeria, Galleria Sabauda, Museo di Antichità

 

La Biblioteca Reale è aperta da lunedì a venerdì dalle 8 alle 19, sabato dalle 8 alle 14.

La Sala di Lettura è aperta da lunedì a mercoledì dalle 8,15 alle 18,45, da giovedì a sabato dalle 8,15 alle 13,45.

 

Biglietti Musei Reali Torino

Intero Euro 12

Ridotto Euro 6 (ragazzi dai 18 ai 25 anni).

Gratuito per i minori 18 anni / insegnanti con scolaresche / guide turistiche / personale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali / membri ICOM / disabili e accompagnatori / possessori dell'Abbonamento Musei e della Torino+Piemonte Card.

L'ingresso per i visitatori over 65 è previsto secondo le tariffe ordinarie.

 

Le mostre comprese nel biglietto di ingresso ai Musei Reali sono:

Confronti/3: Pittura come scultura. Cerano e un capolavoro del Seicento lombardo

Flavio De Marco. Sui Generi

L’occhio fedele. Incisori olandesi del Seicento

 

Ingresso e biglietteria

presso Palazzo Reale, Piazzetta Reale 1 (dalle ore 8,30  fino alle ore 18)

------------------------------

Informazioni

+39 011 5220421

+39 011 5211106

e-mail: mr-to@beniculturali.it

------------------------------

Segui i Musei Reali con l’hashtag #museirealitorino su

Facebook Musei Reali Torino

Twitter @MuseiRealiTo

 

Instagram MuseiRealiTorino

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop