Torino News

TORINO, 07 September 2017

Mostre ARTISSIMA 2017 | Tutto quello che c'è da sapere sulla ventiquattresima edizione | 3-4-5 novembre

Oval, Lingotto Fiere Torino

artissima_2017_tutto_quello_che_c_e_da_sapere_sulla_ventiquattresima_edizione_3_4_5_novembre_news_torino_torino_piemonte
  Oval © Perottino-Alfero-Tardito/ Artissima 2016
Condividi

Artissima 2017 verrà inaugurata giovedì 2 novembre, accogliendo il pubblico da venerdì 3 a domenica 5 novembre all’OVAL di Torino. La ventiquattresima edizione della fiera si svolgerà per la prima volta sotto la guida di Ilaria Bonacossa, nominata direttrice a dicembre 2016.

Artissima si conferma un appuntamento unico nel panorama culturale europeo, capace di attrarre gallerie, artisti, collezionisti e professionisti del settore da tutto il mondo.

Riconosciuta a livello internazionale per la sua attenzione alle pratiche sperimentali e per la capacità di innovarsi a ogni edizione, nel 2017 la fiera introduce una serie di novità che investono trasversalmente il suo programma e la sua struttura.

Le innovazioni dell’edizione 2017 sottolineano la vocazione della fiera alla scoperta e alla valorizzazione di talenti, riconfermandone il ruolo di autorevole laboratorio di ricerca per il futuro dell’arte.

Artissima si arricchisce della nuova sezione Disegni tra le sezioni curate che si aggiunge alle storiche sezioni Present Future, nata nel 2001 e dedicata ai talenti emergenti, e Back to the Future, inaugurata nel 2010 e dedicata ai grandi pionieri dell’arte contemporanea, due format che si sono affermati come must nel panorama fieristico internazionale.

Artissima 2017 rivolge una particolare attenzione alla crescita di un collezionismo giovane, al rafforzamento della rete di collezionisti internazionali ospiti a Torino e al sostegno attivo all’arte italiana, valorizzando le migliori risorse creative del territorio per individuare gli artisti italiani del futuro.

In occasione del cinquantenario della nascita dell’Arte Povera, la ventiquattresima edizione rinsalda anche il legame della fiera con la città che la ospita, attraverso il recupero e la valorizzazione delle fondamenta culturali che, in quegli anni, resero Torino la capitale italiana dell’arte contemporanea. 

La vitalità di Artissima e la sua forza innovatrice si riverbera su tutta la città, attraverso collaborazioni con le numerose istituzioni museali e con i progetti culturali del territorio. 

La fiera è da sempre considerata un evento fondamentale per Torino grazie alla capacità di attrarre pubblici ampi e internazionali e di attivare processi economici, culturali e di accoglienza incisivi. In occasione dell’edizione 2017, l’indotto cittadino e regionale verrà analizzato attraverso un’indagine puntuale che la Camera di commercio di Torino, confermando il suo interesse per la fiera, ha commissionato al Dipartimento di Management dell’Università di Torino. I risultati verranno presentati nel 2018.

Ancora una volta Artissima si conferma un progetto unico, in grado di sostenere la ricerca curatoriale con un approccio dinamico in continua evoluzione.

La fiera è gestita da Artissima srl, società che afferisce alla Fondazione Torino Musei.            

 

 

 

NOVITÀ DELL’EDIZIONE 2017

Disegni: la nuova sezione di Artissima, curata da Luís Silva e João Mourão. Oltre a valorizzare una pratica artistica in grado di catturare l’immediatezza processuale e di pensiero del gesto creativo, Disegni nasce per sostenere la nascita di un nuovo collezionismo. 

Un rinnovato team di curatori delle sezioni curate, attraverso il coinvolgimento di personalità italiane e internazionali attive in prima persona nelle trasformazioni del mondo dell’arte contemporanea. 

Il Deposito d’Arte Italiana Presente: il nuovo progetto espositivo e culturale di Artissima, curato da Ilaria Bonacossa e Vittoria Martini, dedicato all’arte italiana dal 1994 a oggi. Il Deposito ospiterà importanti prestiti dalle istituzioni piemontesi e opere provenienti dalle gallerie presenti in fiera. 

“PIPER. Learning at the discotheque”: il nuovo programma di incontri a cura di the classroom pensato per raccontare l’arte contemporanea in maniera non convenzionale in uno spazio ispirato alla storica discoteca Piper di Torino.

Tre nuovi Premi da assegnare ad artisti e gallerie presenti in fiera: L’OGR Award è il nuovo premio della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT finalizzato all’acquisizione di un’opera che si aggiunge alla propria Collezione, e destinata alle neonate OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino. Refresh Premio Irinox, promosso da Irinox e dedicato nel 2017 alla nuova sezione Disegni, celebra l’artista che “reinventa conservando”, esalta ovvero in chiave contemporanea l’immediatezza espressiva del disegno. Il Campari Art Prize, in collaborazione con Gruppo Campari, premierà un artista under 35 anni che incentri la sua ricerca sul potere evocativo del racconto nelle sue molteplici declinazioni.

La piattaforma digitale: Artissima trasforma il suo catalogo in una piattaforma digitale in costante aggiornamento per offrire alle gallerie una vetrina non solo fisica ma virtuale in cui caricare in autonomia i propri contenuti per entrare in contatto con un pubblico più vasto di appassionati. 

Il progetto di allestimento: lo studio Vudafieri Saverino Partners di Milano firma il nuovo allestimento per valorizzare gli spazi del padiglione e i diversi progetti della fiera.

La #SocialRoom: uno spazio di #ArtissimaLive in cui il pubblico digitale della fiera potrà ricaricare i propri dispositivi e non solo, trovando un ambiente ricco di stimoli, suggestioni e ispirazioni digitali.

La nuova immagine coordinata: il progetto grafico scelto per rappresentare l’identità della fiera, a cura di Studio Sonnoli, racconta lo spirito trasformativo dell’arte contemporanea che Artissima da sempre promuove.

Nuova attenzione al food e alla ricerca enogastronomica: il vigore e l’inventiva della Chef stellata Mariangela Susigan, del Gardenia di Caluso, accoglieranno gli ospiti nel ristorante sulla balconata della Vip Lounge per offrire loro un’esperienza intensa e fantasiosa, mentre il bistrot sarà a cura di Piaceri d’Italia, realtà gastronomica attenta alla qualità e all’autenticità, grazie alla vicinanza con i presidi Slow Food.

After Artissima: lo storico circolo torinese Società Canottieri Esperia organizzerà “After Artissima”, una lounge “chill, drink and dance” da giovedì 2 a sabato 4 novembre dalle 22.30 alle 03.00 (l'ingresso sarà consentito agli ospiti muniti di badge espositore, vip, press).

 

 

Artissima quest’anno collabora con lo stilista austriaco Arthur Arbesser (Vienna, 1982) che vestirà Ilaria Bonacossa durante la fiera (arthurarbesser.com).


Nelle parole di Ilaria Bonacossa “Il 2017 segna una ricorrenza importante, non solo per Torino, ma per tutto il mondo dell’arte: 50 anni dalla prima mostra dell’Arte Povera (1967), la più rivoluzionaria, emozionante e poetica avanguardia artistica del dopoguerra che sancì la vocazione contemporanea di questa città. Per celebrare oggi quell’energia creativa, Artissima richiama negli spazi dell’Oval due esperienze sorprendenti, ma ancora poco conosciute, di quegli anni: il Piper Club di Torino (1966–69), e il Deposito dell’Arte Presente (1967–68). La storia della discoteca Piper, culla di una fervente subcultura, viene rievocata dal progetto PIPER. Learning at the discotheque, in cui un palinsesto di lezioni-conferenze si trasforma in scuola non convenzionale. La rivoluzionaria esperienza del Deposito, uno spazio industriale aperto per presentare fuori dagli spazi “borghesi” le opere della nascente Arte Povera, è invece ispirazione per il progetto Deposito d’Arte Italiana Presente in cui un magazzino si trasforma in spazio espositivo per presentare una selezione di opere create tra il 1994 e il 2017 da artisti italiani di diverse generazioni.

 

Dirigere Artissima è, per una curatrice, l’occasione non solo per riscoprire il passato ma per spiare il futuro dell’arte e metterne in discussione lo status quo. Le fiere d’arte contemporanea si distinguono per la dimensione non gerarchica della loro offerta in cui la molteplicità delle ricerche artistiche ridefinisce il sistema globale dell’arte contemporanea. La fiera si sviluppa orizzontalmente come un rizoma, affiancando in una struttura diffusa e reticolare, acentrica, le opere di settecento artisti presentati da più di duecento gallerie. Come il rizoma è un anti-albero, un’anti-radice, così la fiera è un’anti-struttura capace nella sua molteplicità di aprire spiragli sulle trasformazioni future della società contemporanea. Se l’arte da sola non può cambiare il mondo, ci auspichiamo che l’incontro con opere sorprendenti ed emozionanti possa cambiare il modo in cui ciascuno guarda la realtà”.

 

 

NUMERI

206 gallerie da 31 paesi 

62% di espositori stranieri 

20.000 mq di esposizione 

Più di 700 artisti presentati

Più di 2.000 opere in mostra 

Oltre 46 curatori e direttori di museo nelle giurie e iniziative speciali

Oltre 40.000 € di premi per artisti e gallerie

400.000 € di acquisizioni istituzionali (2016) 

50.000 visitatori (2016)    

 

 

LE SEZIONI 

 

Le sezioni di Artissima sono sette.

 

Quattro sono selezionate dal comitato delle gallerie della fiera:

  • Main Section, raccoglie le gallerie più rappresentative del panorama artistico mondiale. Quest’anno ne sono state selezionate 95 di cui 46 straniere.
  • New Entries, sezione riservata alle gallerie emergenti sulla scena internazionale, quest’anno avrà 13 gallerie di cui 8 straniere.
  • Dialogue, novità dell’edizione 2016, è una sezione dedicata a progetti specifici in cui le opere di uno, due o tre artisti vengono messe in stretta relazione tra loro, con 33 gallerie di cui 26 straniere.
  • Editions & Publishing, inaugurata nel 2012, ospita edizioni, stampe e multipli di artisti contemporanei di 10 gallerie e librerie.  

 

Comitato Main Section, New Entries, Dialogue, Editions & Publishing

Isabella Bortolozzi, galleria Isabella Bortolozzi, Berlin

Paola Capata, galleria Monitor, Roma

Guido Costa, galleria Guido Costa Projects, Torino

Martin McGeown, galleria Cabinet, London

Gregor Podnar, galleria Gregor Podnar, Berlin

Jocelyn Wolff, galleria Jocelyn Wolff, Paris

 

 

Tre sono sezioni curate da board di curatori e direttori internazionali:

  • Present Future
  • Back to the Future
  • Disegni 

 

PRESENT FUTURE  

Present Future è la sezione di Artissima dedicata ai talenti emergenti. Per l’edizione 2017 il nuovo board di giovani curatori internazionali è coordinato da Cloé Perrone. Gli artisti sono presentati dalle loro gallerie di riferimento attraverso una selezione studiata ad hoc dal team di curatori. Le opere degli artisti invitati includono proposte inedite realizzate per la fiera e progetti alla loro prima esposizione nel contesto europeo e italiano. Nel 2017 Present Future propone i progetti di 20 artisti presentati da 23 gallerie (17 straniere e 6 italiane). 

Il Premio illy Present Future, sostenuto da illycaffè dal 2001, sarà assegnato all’artista la cui ricerca sarà considerata la più innovativa da una giuria internazionale. Dal 2012, il Premio, in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, offre al vincitore l’eccezionale opportunità di una mostra negli spazi del Museo. 

Grazie alla visione contemporanea di illycaffè e all’attiva partnership con il Castello di Rivoli, il Premio illy Present Future offre un contributo importante all’affermazione degli artisti emergenti e conferma il ruolo innovatore di Artissima.

Nel 2016 il premio è stato assegnato all’artista americana Cécile B. Evans (Cleveland, 1983) con l’opera What the heart wants (2016). Una sua personale sarà presentata presso il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea in concomitanza con Artissima 2017 (Inaugurazione venerdì 3 novembre alle ore 11:00).

 

Comitato Present Future

Cloé Perrone (coordinatrice), curatrice indipendente, Roma, New York 

Samuel Gross, curatore capo Istituto Svizzero di Roma

João Laia, curatore indipendente e scrittore, Lisbon

Charlotte Laubard, storica d’arte e curatrice indipendente, Geneva

 

Giuria Premio illy Present Future

Mary Ceruti, direttore esecutivo e curatrice, Sculpture Center, New York

Carolyn Christov-Bakargiev, direttrice, Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea e GAM, Torino

Luigi Fassi, curatore arti visive, Steirischer Herbst festival, Graz

I vincitori delle ultime edizioni:

2016: Cécile B. Evans, Galerie Barbara Seiler, Zurich

2015: Alina Chaiderov, Galleria Antoine Levi, Paris

2014: Rachel Rose, Galleria High Art, Paris

2013: Caroline Achaintre, Galleria Arcade, London e Fatma Bucak, Galleria Alberto Peola, Torino

2012: Vanessa Safavi, Galleria Chert, Berlin; Santo Tolone, galleria Limoncello, London e Naufus Ramírez-Figueroa, galleria Proyectos Ultravioleta, Guatemala City

 

Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea

illy Present Future 2016 Prize Exhibition

Piazzale Mafalda di Savoia, Rivoli, Torino 

Mostra Personale di Cécile B. Evans 

 

 

BACK TO THE FUTURE 

Back to the Future è la sezione speciale di Artissima dedicata alla riscoperta, attraverso mostre personali, di pionieri dell’arte contemporanea. L’edizione 2017 si concentrerà sulla riscoperta di talenti dell’arte contemporanea attivi negli anni ’80 ed è curata da un board coordinato da Anna Daneri.

La sezione, giunta alla sua ottava edizione, mira a riportare al centro della storia dell’arte internazionale artisti che hanno avuto un ruolo fondamentale nella trasformazione dei linguaggi formali e il cui lavoro ha influenzato le pratiche contemporanee. Per il grande pubblico, Back to the Future offre un’opportunità unica di scoprire importanti opere degli anni ’80 e valutarne l’impatto sulle sperimentazioni attuali. Nel 2017 partecipano a Back to the Future 27 artisti, presentati da 29 gallerie (12 italiane, 17 straniere).

Durante Artissima, una giuria internazionale assegnerà alla galleria con il progetto più interessante in termini di rilevanza storica e di presentazione il Premio Sardi per l’Arte Back to the Future, nato dalla partnership con la Fondazione Sardi per l’Arte.

 

Comitato Back to the Future

Anna Daneri (coordinatrice), curatrice indipendente, Genova e fondatore di Peep-Hole, Milano

Zasha Colah, curatrice indipendente, Mumbai e curatrice Pune Biennale 2017

Dora García, artista e professoressa Oslo National Academy of Arts, Oslo e HEAD, Geneva

Chus Martinez, curatrice, direttrice FHNW Art Institute, Basilea e membro dell’advisory board del Castello di Rivoli, Torino

 

Giuria Premio Sardi per l’Arte Back to the Future

Eva Fabbris, curatrice e storica dell’arte, curatrice Fondazione Prada, Milano

Francesco Manacorda, direttore, V-A-C Foundation, Moscow

Andrea Viliani, direttore, MADRE, Napoli

Lisa Parola, curatrice, Fondazione Sardi per l’Arte, Torino

 

I vincitori delle ultime edizioni:

2016: Galerie in situ - Fabienne Leclerc, Paris, che ha presentato i lavori dell’artista Lars Fredrikson.

2015: Gallerie Ellen De Bruijne, Amsterdam e Dan Gunn, Berlin, che hanno presentato i lavori dell’artista Michael Smith.

2014: Galleria François Ghebaly, Los Angeles, che ha presentato i lavori dell’artista Channa Horwitz.

 

 

DISEGNI

Con Artissima 2017 nasce la nuova sezione Disegni, dedicata alle peculiarità di questa forma espressiva classica ma ancora attuale. La sezione intende valorizzare una pratica artistica in grado di catturare l’immediatezza processuale e di pensiero del gesto creativo, vivendo in uno spazio sospeso tra idea e opera finita. Disegni nasce per sostenere la nascita di un nuovo collezionismo.

Disegni per la sua prima edizione presenta i lavori di 26 artisti, rappresentati da 26 gallerie (10 italiane, 16 straniere) e è curata da Luís Silva e João Mourão direttori della Kunsthalle Lissabon, Lisbona. 

A Disegni è dedicata la prima edizione del Premio Refresh promosso da Irinox, leader nella produzione di abbattitori di temperatura. Dall’incontro tra un’azienda che da sempre si caratterizza per la capacità di specializzarsi, innovare e anticipare il mercato e l’identità di Artissima, è nata una collaborazione triennale che si concretizza al suo esordio con un premio d’arte. Refresh Premio Irinox intende celebrare l’artista che attraverso il disegno “reinventa conservando”, riesce ovvero ad esaltare in chiave contemporanea l’immediatezza espressiva di un mezzo che da sempre rappresenta la via più semplice alla trasformazione del pensiero in forma visiva.

 

Comitato Disegni

Luís Silva e João Mourão, direttori della Kunsthalle Lissabon, Lisbon

 

Giuria Refresh Premio Irinnox

Claire Gilman, curatrice, The Drawing Center, New York 

Katharine Stout, vice direttrice, ICA, London 

 

Irina Zucca Alessandrelli, curatrice, Collezione Ramo, Milano


TUTTI I PREMI DI ARTISSIMA

Artissima organizza in collaborazione con sponsor e istituzioni 6 premi per artisti e gallerie, assegnati da giurie internazionali: oltre al Premio illy Present Future, al Premio Sardi per l’Arte Back to the Future, al nuovo Refresh Premio Irinox e allo storico Premio Fondazione Ettore Fico, la fiera si arricchisce dei nuovi OGR Award e del Campari Art Prize.

 

L’OGR Award è il nuovo premio della Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT finalizzato all’acquisizione di un’opera che si aggiunge alla propria Collezione e che verrà destinata alle nuove OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino, centro di arti visive e performative e unico esempio in Europa di riconversione industriale finalizzato a far convivere la ricerca artistica, in tutte le sue declinazioni, e la ricerca in ambito tecnologico, unendo le idee e i valori della creatività con gli strumenti e i linguaggi delle nuove tecnologie digitali.

 

Giuria OGR Award

Fawz Kabra, curatrice indipendente e scrittrice, New York

Abaseh Mirvali, curatrice indipendente di arte contemporanea e architettura, progettista, Mexico City, Berlin

Nicola Ricciardi, direttore artistico, OGR – Officine Grandi Riparazioni, Torino

 

 

Il Campari Art Prize, alla sua prima edizione, segna l’inizio di una partnership triennale tra Artissima e Gruppo Campari.

Nel 2017 il premio sarà assegnato ad un artista under 35 tra quelli presentati nelle diverse sezioni della Fiera, che incentri la sua ricerca sul potere evocativo del racconto nelle sue molteplici declinazioni e sulla dimensione comunicativa dell’opera.

Il premio conferma la storica apertura del brand a nuovi e inediti linguaggi e la fusione tra uno spirito imprenditoriale d’avanguardia e la ricerca artistica più sperimentale.

          

Giuria Campari Art Prize

Adam Budak, direttore collezioni e mostre, National Gallery,   Prague 

Francesco Stocchi, curatore arte moderna e contemporanea, Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam 

Carina Plath, vice direttrice, Sprengel Museum Hannover 

 

Refresh Premio Irinox, dedicato alla neonata sezione Disegni, il nuovo premio promosso da Irinox celebra l’artista che attraverso il disegno “reinventa conservando”, riesce ovvero ad esaltare in chiave contemporanea l’immediatezza espressiva di un mezzo che da sempre rappresenta la via più semplice alla trasformazione del pensiero in forma visiva.

 

Giuria Refresh Premio Irinox

Claire Gilman, curatrice, The Drawing Center, New York

Katharine Stout, vice direttrice, ICA, Londra

Irina Zucca Alessandrelli, curatrice, Collezione Ramo, Milano

         

Il Premio Fondazione Ettore Fico è finalizzato alla valorizzazione e promozione di un giovane artista. Oltre al premio, la Fondazione porterà avanti il suo importante programma di acquisizioni di opere ad Artissima per arricchire la collezione del MEF – Museo Ettore Fico di Torino.

 

Giuria Premio Ettore Fico

Renato Alpegiani, collezionista, consigliere, Fondazione Ettore Fico, Torino

Andrea Busto, direttore, MEF – Museo Ettore Fico, Torino

Simone Menegoi, curatore indipendente, Verona e Milano

Letizia Ragaglia, direttrice, Museion, Bolzano

 

Il Premio illy Present Future, sostenuto da illycaffè dal 2001, è assegnato all’artista la cui ricerca sarà considerata la più innovativa. Dal 2012, il Premio, in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, offre al vincitore l’eccezionale opportunità di una mostra negli spazi del Museo.

           

Giuria Premio illy Present Future

Mary Ceruti, direttore esecutivo e curatrice, Sculpture Center, New York 

Carolyn Christov-Bakargiev, direttrice, Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea e GAM, Torino

Luigi Fassi, curatore arti visive, Steirischer Herbst festival, Graz

 

 

Il Premio Sardi per l’Arte Back to the Future, nato dalla partnership con la Fondazione Sardi per l’Arte, premia la galleria con il progetto più interessante in termini di rilevanza storica e di presentazione dello stand nella sezione Back to the Future.

 

Giuria Premio Sardi per l’Arte Back to the Future

Eva Fabbris, curatrice e storica dell’arte, curatrice Fondazione Prada, Milano

Francesco Manacorda, direttore, V-A-C Foundation, Moscow

Andrea Viliani, direttore, MADRE, Napoli

Lisa Parola, curatrice, Fondazione Sardi per l’Arte, Torino 

 

 

I PROGETTI SPECIALI 

DEPOSITO D’ARTE ITALIANA PRESENTE

Curato da Ilaria Bonacossa e Vittoria Martini, il Deposito d’Arte Italiana Presente è il nuovo progetto espositivo e culturale di Artissima dedicato all’arte italiana. Il Deposito ospiterà prestigiosi prestiti dalle istituzioni piemontesi e opere provenienti delle gallerie presenti in fiera, riconoscendo loro il ruolo di spicco che hanno avuto e hanno nella produzione della storia dell’arte contemporanea nel nostro paese.

Per questo nuovo progetto, Artissima si è ispirata ad una delle esperienze espositive più innovative della Torino degli anni Sessanta, quando Torino era una delle capitali internazionali della ricerca artistica: il Deposito d’Arte Presente (1967–68). Luogo di produzione ed esposizione di opere di artisti emergenti voluto da Gian Enzo Sperone il Deposito era, nelle parole dello storico Robert Lumley, “una raccolta estemporanea, non permanente… uno spazio per il presente, per un tipo di arte connessa all’ hic et nunc e spogliata di qualsiasi sacralità”.

Con il Deposito d’Arte Italiana Presente, Artissima riprende quel format, traslandolo all’oggi e utilizzandolo come cornice concettuale per un progetto che ne assorbe la modalità operativa. Il Deposito non è una mostra, ma uno spazio dinamico di esposizione e di approfondimento dal quale iniziare una narrazione dell’arte italiana degli ultimi venti anni per fotografarla oggi immaginando gli sviluppi futuri. Il Deposito vuole essere luogo di aggiornamento e informazione per curatori, collezionisti e appassionati.

 

Con il sostegno di Camera di commercio di Torino

 

 

THECLASSROOM@ARTISSIMA

PIPER. Learning at the discotheque è il titolo del programma di talk di Artissima a cura di the classroom, un centro di arte e formazione diretto da Paola Nicolin che reinventa le relazioni tra pratiche educative ed espositive. Il progetto sviluppa i suoi contenuti dalla riflessione sul Piper di Torino, la discoteca progettata da Pietro Derossi con Guido Ceretti, attiva dal 1966 al 1969. Trasformando le temperature popolari della “sala da ballo” in un centro culturale autogestito, il Piper rimane un modello internazionale di spazio non istituzionale per l'arte contemporanea.

Al Piper di Torino molte personalità eclettiche e creative tra cui Michelangelo Pistoletto, Alighiero Boetti, Piero Gilardi, Mario e Marisa Merz, Gianni Piacentino, Carlo Colnaghi, Carlo Quartucci, Patty Pravo, Living Theater, Carmelo Bene, Massimo Pellegrini, Pietro Gallina, si incontravano e lavoravano attraversando discipline, identità, codici, linguaggi e comportamenti. Di questo luogo si ripropone una ricostruzione evocativa, una aula-discoteca realizzata in collaborazione con il collettivo artistico Superbudda.

Il programma si apre con un corso tenuto dall’artista Seb Patane e prosegue con lezioni e testimonianze votate alla produzione artistica contemporanea.

Con il sostegno di Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT

 

 

 

ARTISSIMA GOES DIGITAL 

Catalogo digitale e Agenda

Importanti novità in campo digitale caratterizzeranno l’edizione 2017 della fiera: il catalogo da cartaceo diventa virtuale, con lancio della piattaforma www.artissima.art in cui i visitatori potranno esplorare gallerie, artisti e opere in modo interattivo, salvando i propri contenuti preferiti. Un’anteprima dei profili delle gallerie partecipanti sarà online a partire dal 7 settembre, mentre dal 16 ottobre ogni visitatore potrà scoprire la versione completa della piattaforma, con artisti e opere, per preparare al meglio la propria visita in fiera. All’ingresso dell'OVAL poi apposite postazioni consentiranno di sfogliare il catalogo online su iPad, per ricercare informazioni last-minute. 

Per rendere l’esperienza fiera il più completa possibile, Artissima affiancherà al catalogo digitale un’agenda online che permetterà di fruire degli eventi calendarizzati in modo rapido e immediato. Interagendo con la wishlist, l’agenda consentirà ai visitatori registrati di salvare nella propria area personale gli eventi preferiti: talk, visite guidate e incontri al meeting point, ma anche gli eventi in città organizzati dai partner della fiera.

 

Con il sostegno di Compagnia di San Paolo

 

#ArtissimaLive

Nel 2017 la fiera ripropone #ArtissimaLive, una redazione dal vivo composta da riviste on-line, blogger, siti web di settore che collaborano alla creazione di contenuti prodotti in fiera. Il progetto è coordinato da Elena Bordignon, fondatrice di ATP Diary.

Partecipano con ATP Diary:

- Art Dependence, Antwerp

- Aujourd’hui Magazine, Lisbon

- Fruit of the forest, Miami / Milano

- Kabul Magazine, Milano

- The Exhibitionist, New York

 

#SocialRoom

Accanto all’area dedicata ai blogger e in continuità con essa, Artissima introduce per la prima volta nel 2017 anche la #SocialRoom, uno spazio fisico in cui il pubblico digitale della fiera potrà ricaricare i propri dispositivi e, trovando un ambiente ricco di stimoli, suggestioni e ispirazioni digitali, diventare protagonista dei canali social della fiera.

 

 

 

ALTRE INIZIATIVE IN FIERA

Walkie Talkies by Lauretana

Tra gli appuntamenti di grande successo per il pubblico di Artissima tornano i Walkie Talkies, conversazioni informali che attraversano liberamente gli spazi della fiera. 

Coppie di guide d'eccezione accompagnano i visitatori in esplorazioni mirate tra gli stand delle gallerie alla scoperta di opere, artisti o linguaggi specifici. I Walkie Talkies sono dialoghi brevi, quasi degli intermezzi tra coppie di curatori e collezionisti: un’opportunità di conoscere e discutere il meglio di Artissima.

Il programma, coordinato da Abaseh Mirvali, sarà presto disponibile.   

 

Ypsilon St’Art Tour by Lancia

Inaugurata nell’edizione 2015, Ypsilon St’Art Tour, è un programma di visite guidate attraverso gli stand e le sezioni speciali promosso da Lancia Ypsilon e pensato per offrire approfondimenti e nuove chiavi di lettura al pubblico che si avvicina al mondo dell'arte contemporanea. L’edizione 2017 presenterà sei nuovi percorsi tematici volti ad “inquadrare il contemporaneo” fotografando la natura dinamica della fiera. Anche quest’anno è confermata la guida di giovani professionisti nella mediazione culturale grazie alla partecipazione di Arteco, associazione attiva nel campo della ricerca artistica e della formazione al contemporaneo. Le visite saranno sei al giorno a partire dal venerdì̀ e aperte al pubblico generico con un limite di 15 persone per ciascuna visita.

L’iscrizione agli Ypsilon St’Art Tour sarà attiva sul sito di Artissima a partire da metà ottobre. Le visite avranno inizio presso lo stand Lancia Ypsilon dove i partecipanti avranno modo di interagire tra loro in uno spazio attivo e trasformabile.

 

Meeting Point by La Stampa

Un’area speciale della Fiera riservata alla presentazione di progetti, ricerche ed eventi o a conversazioni e dibattiti su alcune tematiche fondamentali della contemporaneità, promossi e curati da musei, istituzioni e realtà dell’arte: un’occasione unica di incontro e confronto con alcuni dei protagonisti della scena artistica contemporanea.

 

UniCredit Art Advisory 

UniCredit presenta per il terzo anno consecutivo il servizio di Art Advisory, una consulenza gratuita e indipendente, rivolta a chi già colleziona ma soprattutto a chi, affascinato dall’arte, non sempre si sa orientare in fiera e sceglie di farsi accompagnare anche negli aspetti legali, fiscali e assicurativi del collezionismo. Consulenti esperti saranno disponibili su appuntamento nello speciale spazio UniCredit in fiera.   



INFORMAZIONI PRATICHE   

 

 

ARTISSIMA 2017

Internazionale d’Arte Contemporanea

3-4-5 novembre 2017

OVAL – Lingotto Fiere

 

 

Opening: 2 novembre 2017   

Anteprima stampa dalle ore 12.00

Anteprima collezionisti dalle ore 12.00 (su invito)

Inaugurazione ore 18.00-21.00 (su invito) 

 

Apertura al pubblico: 3-4-5 novembre 2017

ore 12.00-20.00

 

Biglietti:

Intero: € 15,00

Ridotto: € 10,00 *

Abbonamento 3 giorni: € 30,00

 

* Ragazzi 12-18 anni. Over 65. Studenti universitari su presentazione del libretto universitario. Militari in divisa. Biglietto ridotto su presentazione dell’abbonamento Torino Musei e della Torino Card dal 3 al 5 novembre. Ingresso gratuito per i disabili con accompagnatore.

Newspettacolo suggerisce

 

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop