Torino News

TORINO, 19 September 2017

Varie CITTÀ E CATTEDRALI A PORTE APERTE in Piemonte e Valle d’Aosta Sabato 23 e domenica 24 settembre 2017

apertura straordinaria dei luoghi sacri in Piemonte e Valle d’Aosta

cittA_e_cattedrali_a_porte_aperte_in_piemonte_e_valle_d_aosta_sabato_23_e_domenica_24_settembre_2017_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Apertura straordinaria per monasteri, pievi, santuari, chiese, musei diocesani visitabili con l’accoglienza dei volontari il  23 e  il 24 settembre 2017. Saranno allestite mostre, organizzati concerti, eventi teatrali e reading per coinvolgere i visitatori.  L’iniziativa rientra nel progetto Città e Cattedrali, il grande piano di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico presente in Piemonte e in Valle d’Aosta, ideato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Torino e dalle Diocesi delle due regioni, in collaborazione con la Regione Piemonte e gli organi periferici del MIBACT.

 

Il fine settimana a porte aperte, organizzato nell’ambito delle giornate europee del patrimonio culturale, sarà  anche  l’occasione per i turisti di  festeggiare con gli oltre  2000 volontari l’intensa attività che ha coinvolto lungo tutto l’anno 500 beni culturali ecclesiastici sparsi per il Piemonte e la Valle d’Aosta, luoghi carichi di storia e arte sacra organizzati in itinerari di visita geografici e tematici, percorribili anche attraverso la Rete visitando il portale www.cittaecattedrali.it

 

L’iniziativa “porte aperte”, un festival del sistema interregionale dei beni culturali ecclesiastici,  è in linea con il tema  “dal conflitto all’inclusione” che sta segnando, in questo anno,  tutta l’attività del progetto Città e Cattedrali tra i 500 anni dalla Riforma e la celebrazione dell’anno internazionale   del turismo sostenibile.

 

Per favorire una sempre maggiore fruizione delle tante testimonianze d’arte diffuse sul territorio in modo sostenibile, Città e Cattedrali avvia in occasione dell’iniziativa “porte aperte” la sperimentazione - finanziata dalla Fondazione CRT e ideata con la Consulta per i Beni Culturali Ecclesiastici - di un sistema di apertura automatizzata dei BCE che consenta, in condizioni di sicurezza, di effettuare delle visite in assenza di un presidio umano. Il progetto sperimentale per l’apertura e la valorizzazione di siti di particolare interesse storico artistico con l’impiego di tecnologie innovative, coinvolgerà due beni: uno della diocesi di Torino e uno della diocesi di Mondovì. Il primo è la Cappella di San Sebastiano, a Giaveno: il recente ritrovamento nel suo interno di un affresco quattro-cinquecentesco che narra la storia di San Sebastiano e che adorna la parete di fondo della chiesa, ne ha fatto l’edificio religioso più antico di Giaveno. Il secondo è San Bernardo d’Aosta a Piozzo: la struttura muraria in laterizio a vista della fine del ‘300 si alza sul basamento di una antica torre da guardia eretta intorno al Mille.

 

“Il progetto Città e Cattedrali ha saputo mettere in rete, territorialmente e digitalmente, il grande e prezioso patrimonio artistico e architettonico costituito dagli edifici ecclesiastici del Piemonte, qualificandosi non solo come progetto di valorizzazione culturale, bensì anche come elemento di sviluppo sociale, economico, turistico, come testimonia l’iniziativa “Città e Cattedrali a porte aperte” – afferma il Presidente della Fondazione CRT Giovanni Quaglia -. Quest’anno il weekend di apertura dei beni, che può contare sull’indispensabile collaborazione dei volontari, dà il via a una sperimentazione all’avanguardia che permetterà di accedere ad alcuni siti semplicemente attraverso l’ausilio dello smartphone, senza presidio umano, nell’ottica di una sempre maggiore fruibilità della bellezza”.

 

I beni e i luoghi sacri non sono semplici oggetti culturali: raccontano un modo di concepire l’esistenza, la storia, i rapporti umani, il welfare e la solidarietà, diventando occasione di inclusione e dialogo interculturale, rafforzando il senso di coesione nelle comunità e favorendo una comprensione e un rispetto maggiori tra i popoli.

 

 

Tutto questo si potrà vivere il 23 e 24 settembre a Città e Cattedrali a porte aperte.

  

Info  su www.cittaecattedrali.it - Dal sito è possibile creare un percorso personalizzato

 

https://www.facebook.com/cittaecattedrali/

https://twitter.com/cittacattedrali/

https://www.instagram.com/cittaecattedrali/

  

GLI EVENTI

 

 

Mostre/eventi che valorizzano il tema del rapporto Riforma Protestante e della Controriforma cattolica

 

Saluzzo, palazzo vescovi: TERRE DI CONFINE: DALLA PREDICAZIONE ANTIPROTESTANTE ALLA COMUNICAZIONE DI UN PATRIMONIO CULTURALE ECCLESIASTICO INCLUSIVO. Arte, patrimonio bibliografico, patrimonio documentario per la controriforma nei Santuari e negli insediamenti dei Predicatori Cappuccini (secc. XVI-XVIII)

 

Acqui Terme: archivio vescovile e biblioteca diocesana celebrano il tema con due mostre: “Dal conflitto all’inclusione: Le carte dell’archivio per costruire la memoria”; “Dal conflitto all’inclusione: I libri della biblioteca del seminario per costruire la memoria”

 

Asti, biblioteca vescovile Inaugurazione mostra libraria "Tempo della Stampa, tempo della Riforma

Asti, biblioteca vescovile “Conferenza "Conversazioni sulla Chiesa e la stampa, tra Asti e Vercelli”

 

Alessandria, chiesa di San Giacomo della Vittoria mostra libraria “La Riforma Protestante: edizioni antiche nella biblioteca diocesana”

 

Tortona Declinazioni d'Arte ai tempi della Riforma in diocesi di Tortona

 

Il sistema delle confraternite e la risposta della Controriforma cattolica

 

Fossano, Confraternita dei battuti rossi

Mondovì, Confraternita della misericordia

Cervasca, Confraternita del Carmine

Demonte, Confraternita di santa croce

Demonte, Confraternita di san Giovanni

Poirino, Confraternita beata vergine e sant’Antonio abate

Savigliano, Confraternita della pietà

Ivrea, confraternita di san Nicola

Cherasco, chiesa di sant’Iffredo

Guarene, chiesa dell’Annunziata

Novi ligure, oratorio della Maddalena

Serravalle Scrivia, oratorio dei rossi

Serravalle Scrivia, oratorio dei bianchi

Casalnoceto, oratorio di san Rocco

 

circuito guidato alle confraternite e al patrimonio d'arte sacra di Cavallermaggiore (in particolare chiesa di santa Croce e san Bernardino, chiesa di san Rocco, chiesa della Misericordia), evento di raccolta del materiale fotografico del novecento

 

proiezione dei filmati “Portami un ricordo” per la valorizzazione delle cultura immateriale legata alle Confraternite nel Novecento: Monteu Roero: chiesa di San Bernardino, Sommariva Perno:  chiesa di San Bernardino

 

Arte e architettura contemporanea

Rodello, Museo diocesano, Mostra di arte contemporanea “Rodello Arte: il sacro e la terra”;

Casale Monferrato,  Chiostro di San Domenico, installazione di arte contemporanea a cura di ZACLAB (laboratorio di pensiero creativo, circolo culturale Germano Zaccheo Vescovo)

Torino, chiesa di Gesù Buon Pastore, espressione dello sviluppo e dell’edilizia di culto negli anni del cardinale Pellegrino (anni 60-70 novecento)

 

Antichi cicli d’affreschi e antichi crocifissi

 

-Monregalese

Bastia, san Fiorenzo

Mondovì, cappella di santa croce

Morozzo, santuario della Madonna del braccetto

 

-Canavese

Rocca canavese, cappella di santa croce

San Maurizio, chiesa plebana di san Maurizio

Ciriè, chiesa di san martino

Grosso, cappella di san Ferreolo

Valperga, chiesa di san Giorgio

Nole, santuario di san vito

San Ponso, chiesa e battistero di san posso

Castellamonte, cappella di santa Maria di Vespiolla

 

-Valle di Susa

Itinerario dei cicli affrescati tra la Bassa e l'Alta Valle tra cui le certose di Montebenedetto e Banda di Villar Focchiardo, le cappelle di Sant’Andrea a Chiomonte, di Sant’Antonio di Sauze d’Oulx, di N.D. du Coignet e di San Sisto di Bardonecchia

 

--Valle d’Aosta

Aosta, Affreschi dell’XI secolo nei sottotetti della cattedrale di Santa Maria Assunta e della collegiata dei Santi Pietro e Orso di Aosta

 

Alessandrino (antichi crocifissi)

Alessandria, cattedrale di San Pietro

Alessandria, chiesa di Santa Maria di Castello

Alessandria, chiesa di San Giacomo della Vittoria

 

Itinerario tematico legato alla valorizzazione degli antichi battisteri e antiche tracce pittoriche nel novarese,  tra cui

Omegna, chiesa di San Gaudenzio in Crusinallo

Cureggio, battistero di San Giovanni

Agrate Conturbia, battistero di San Giovanni Battista

Crodo, chiesa di San Giulio in Cravegna

Verbania, basilica di San Vittore in Intra

Baveno, battistero

 

 

Coinvolgimento dei giovani nella valorizzazione

Bra, chiesa di Santa Chiara (visite guidate svolte dai ragazzi del liceo)

Ivrea, chiesa di San Nicola (visite guidate a cura del Liceo Botta)

San Mauro Torinese, Santa Maria di Pulcherada (associazione giovanile che propone visite a tema)

 

Restauri

Biella, presentazione dei restauri presso la cattedrale di Santo Stefano in collaborazione con la Soprintendenza

Biella, chiesa di San Nicola da Tolentino: mostra fotografica per presentare i restauri della chiesa di Sant’Antonio abate

 

Aperture automatizzate

Piozzo, cappella di Bernardo d’Aosta

Giaveno, cappella di san Sebastiano

 

Abbazie e antiche pievi

Vicoforte, santuario basilica della Natività di Maria

Montanera, santuario della Madonna assunta

Casanova, abbazia di Santa Maria

Rivalta Scrivia, abbazia di Santa Maria

Viguzzolo, pieve di Santa Maria

Volpedo, pieve di San Pietro

Novalesa, abbazia dei Santi Pietro e Andrea

 

Aperitivi e concerti

Torino, chiesa di Santa Pelagia concerto di pianoforte,

Pedona, abbazia di san Dalmazzo visita con aperitivo, arte e gusto nelle vallate cuneesi

Alessandria, chiesa di San Giacomo della Vittoria “Dal conflitto all’inclusione: musica sacra nel secolo della riforma”

 

Welfare culturale e innovazione sociale

Nell’ambito degli eventi di quadrante, domenica 24 settembre ore 15.00-18.00 si terrà presso la residenza per anziani “Casa Amica” di Chiomonte l’evento finale “a porte aperte” con laboratori artistico-creativi di inclusione sociale

 

Musei diocesani come finestra e centro di documentazione per scoprire il territorio

Cuneo, Fossano, Alba, Pinerolo, sistema museale Susa, Torino, Asti, Tortona, Rocchetta ligure, Acceglio,

 

Itinerari tematici con guida

Alba, itinerario “Il Roero: pregiati vini, confraternite e nobili committenti”

domenica 24 settembre dalle 14.30 alle 18.00.

L’iniziativa intitolata “Il Roero: pregiati vini, confraternite e nobili committenti” prevede la visita su bus di linea privato accompagnati da una guida ad alcune delle principali chiese/confraternite del Roero partendo da Alba in Piazza Monsignor Grassi alle ore 14.30. La prima tappa prevista è la confraternita di San Bernardino a Sommariva Perno, la seconda visita presso la confraternita di San Bernardino di Monteu Roero e il tour terminerà nella Confraternita della SS. Annunziata di Guarene. Rientro previsto alle ore 18.00 circa in Piazza Monsignor Grassi ad Alba. In questa occasione sarà possibile visionare i filmati delle testimonianze raccolte con il progetto “Portami un ricordo”, finalizzato al recupero della cultura novecentesca sia materiale (documentazione fotografica) che immateriale (testimonianze orali e ricordi) delle confraternite.

 

 

Programma completo su  www.cittaecattedrali.it

 

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop