Torino News

TORINO, 20 September 2017

Teatro TORINODANZA FESTIVAL 2017 12 settembre – 1 dicembre

24 spettacoli, 28 rappresentazioni, 9 fra prime nazionali e assolute, 4 coproduzioni, 15 compagnie ospitate

torinodanza_festival_2017_12_settembre_1_dicembre_news_torino_torino_piemonte
Condividi

L’edizione 2017 del Festival Torinodanza – programmata dal 12 settembre al 1° dicembre – propone un cartellone ricco e affascinante e si configura in particolare come un mosaico di quegli stili e di quegli artisti che precedono il contemporaneo e ne costituiscono il fondamento. Per raccontare la dimensione artistica di questo festival è sufficiente citare i nomi di alcuni coreografi: Angelin Preljocaj, Jiří Kylián, Hans van Manen, Lucinda Childs, Trisha Brown, Ohad Naharin, Nacho Duato, Hofesh Shechter, Emio Greco, Sharon Eyal, Gai Behar, nonché la prima assoluta di due creazioni di Aterballetto (ancora Shechter e Cristiana Morganti) e la serata dedicata ai premiati dalla rivista Danza&Danza. Non manca naturalmente lo spazio per gli stili più visionari e ibridi: da Philippe Decouflé a Serge Aimé Coulibaly; agli incontri tra giocoleria e danza, con il Collectif Petit Travers, oltre all’astro nascente del circo contemporaneo, Clément Dazin. Candoco Dance Company ci porterà poi nello straordinario universo della danza d’autore interpretata grazie ad abilità diverse e il festival farà un’incursione in Spagna con la compagnia Mal Pelo. Torinodanza, come di consueto, dedica spazio ai giovani talenti italiani, e quest’anno coprodurrà due artisti davvero interessanti: Daniele Albanese e Annamaria Ajmone.

Torinodanza 2017 offre al pubblico un ventaglio di proposte artistiche originali, multidisciplinari e dall’alto profilo qualitativo: saranno 24 spettacoli, 28 rappresentazioni, 9 fra prime nazionali e assolute, 4 coproduzioni, 15 compagnie ospitate provenienti da 7 diverse nazioni (Burkina Faso, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Paesi Bassi, Spagna) a dar vita alla nuova edizione del festival che, dal 2009, è organizzato dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale.

«Quest’anno il tema del rapporto di Torinodanza con la Città, con i pubblici e con tutti coloro che lo seguono e sostengono è particolarmente significativo – afferma Gigi Cristoforetti, Direttore artistico del Festival. È infatti un momento di passaggio verso una nuova direzione e progettualità. Al tempo stesso è una sintesi di tutti i temi che lo hanno attraversato in questi ultimi anni. Torinodanza ha sempre cercato di non limitare la propria identità ad un gusto piuttosto che ad uno stile e si è posto l’obiettivo di portare in scena dimensioni diverse della danza del nostro tempo, per accompagnare in teatro pubblici, generazioni e passioni differenti. Questo festival esprime un punto di incontro davvero aperto, non solo dal punto di vista geografico – con artisti che provengono da mondi distanti – ma soprattutto sotto il profilo culturale, mescolando sofisticate ricerche espressive con un soffio di classicismo e con visionarie esplosioni spettacolari».

 

Prossimi spettacoli

PAESI BASSI

Fonderie Limone Moncalieri (Sala Grande)

29 - 30 settembre | ore 20.45 | PRIMA ITALIANA

Compagnia Introdans

POLISH PIECES [durata 21’]

coreografia Hans van Manen

a seguire CANTO OSTINATO [durata 13’]

coreografia Lucinda Childs

a seguire SONGS OF A WAYFARER [durata 18’]

ideazione e coreografia Jiří Kylián

a seguire RASSEMBLEMENT [durata 26’]

coreografia Nacho Duato

Gli olandesi Introdans, che vantano 40 anni di storia, sono una delle formazioni contemporanee cardine del vecchio continente con un ricchissimo carnet de bal.

In questa serata eccezionale va in scena un corposo saggio di questo patrimonio, una sapiente miscela di repertorio e novità che include quattro capolavori di alcuni tra i più famosi coreografi contemporanei: Hans van Manen, Lucinda Childs, Jiří Kylián e Nacho Duato.

Un programma che celebra energia e forza espressiva di questo ensemble, oggi diretto da Roel Voorintholt. 

 

BURKINA FASO

Fonderie Limone Moncalieri (Sala Grande)

6 - 7 ottobre  | ore 20.45 | PRIMA ITALIANA

COPRODUZIONE

Faso Danse Théâtre & Halles de Schaerbeek

KALAKUTA REPUBLIK [durata 70’]

ideazione e coreografia Serge Aimé Coulibaly

creazione e interpretazione Antonia Naouele, Marion Alzieu, Adonis Nebié, Sayouba Sigue, Serge Aimé Coulibaly, Ahmed Soura, Ida Faho

una collaborazione di Torinodanza Festival con le Halles de Schaerbeek

Nella cultura africana tradizionale, musica, danza e teatro sono inseparabili: Serge Aimé Coulibaly dà vita a uno spazio aperto all’incontro, alla riflessione e alla ricerca sulla coreografia contemporanea in Africa. Kalakuta Republik è un progetto che nasce dalla musica di Fela Kuti, ispirandosi liberamente alla sua vita. Il suo immenso desiderio di libertà, la coscienza politica che ha permeato i suoi testi così come le sue posizioni, l’impegno pubblico in prima persona in Nigeria, l’originalità della sua opera creano un ideale meticciato tra Africa e Occidente.





FRANCIA

Lavanderia a Vapore di Collegno

11-12-13-14-15 ottobre 2017 | ore 20.45 | PRIMA ITALIANA

Collectif Petit Travers

NUIT [durata 45’]

una creazione collettiva di Nicolas Mathis, Julien Clément, Remi Darbois

con la partecipazione di Gustaf Rosell

produzione Collectif Petit Travers

Spettacolo programmato in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo – Circuito Regionale Multidisciplinare, con la rassegna teatrale Concentrica e con La Francia in Scena. La Francia in Scena è la stagione artistica dell’Institut français Italia / Ambasciata di Francia in Italia / Fondazione Nuovi Mecenati

Fin dalla sua nascita nel 2003, il Collectif Petit Travers ha esplorato la giocoleria attraverso una ricerca focalizzata sulla creazione di un linguaggio articolato e comunicativo. Nuit è il loro capolavoro. Ingredienti: tre giocolieri, la notte, le palline bianche, la magia. Poi un rumore che fa irrompere la luce, gesti, fiammelle di decine di candele bianche. E la notte si popola di personaggi straordinari: una tribù, una palla, un gregge, uno sciame, una formica che entrano attraverso porte e finestre. Così come dilaga il caos, allo stesso modo i tre uomini si sfidano per ristabilire l’ordine, il silenzio e il buio. 





ITALIA

Fonderie Limone Moncalieri (Sala Grande)

19 ottobre 2017 | ore 20.45 | PRIMA ASSOLUTA

COPRODUZIONE

Aterballetto

WOLF [durata 30’]

coreografia, musica, disegno luci, costumi

Hofesh Shechter

da una precedente creazione di Hofesh Shechter riallestita per Aterballetto da Sita Ostheimer, assistente alla coreografia

a seguire NUOVA CREAZIONE [durata 30’]

coreografia Cristiana Morganti

costumi Cristiana Morganti, Francesca Messori

luci Carlo Cerri

Debutta in prima assoluta a Torino il nuovo spettacolo di Aterballetto, prima compagnia italiana di danza, che vanta un repertorio importante costituito dai grandi della coreografia come da giovani e promettenti autori. In questo caso troviamo una creazione di Hofesh Shechter, artista israeliano trapiantato a Londra, presente nel repertorio di molte compagnie, oltre che attivo con la propria. Una grande energia di movimento è una delle sue caratteristiche, spesso sostenuta da musiche da lui stesso composte. La serata si completa con la creazione di Cristiana Morganti, a lungo danzatrice per Pina Bausch e oggi coreografa apprezzata e ricercata in Europa. Questo suo lavoro parte dalla constatazione della grande confusione che attraversa la contemporaneità. Una confusione di linguaggi, immagini e suoni che determina le nostre vite. Come sempre, per Cristiana Morganti è importante far emergere una chiara identità e storia per ciascuno dei suoi interpreti. Quasi un immaginario teatrale, tracciato solo con lo strumento del corpo. 






FRANCIA

Fonderie Limone Moncalieri (Sala Grande)

21 - 22 ottobre 2017 | ore 20.45 | PRIMA ITALIANA

La Main De l’Homme

HUMANOPTÈRE [durata 60’]

direttore artistico Clément Dazin

di e con Jonathan Bou, Martin Cerf, Clément Dazin, Thomas Hoeltzel, Bogdan Illouz, Minh Tam Kaplan, Martin Schwietzke

Spettacolo programmato in collaborazione con La Francia in Scena. La Francia in Scena è la stagione artistica dell’Institut français Italia / Ambasciata di Francia in Italia / Fondazione Nuovi Mecenati

Clément Dazin e il movimento hanno familiarizzato fin dall’infanzia. A partire dai sei anni, infatti, l’artista si è confrontato con ginnastica e circo, così è stato naturale a sedici anni dare sfogo alla propria creatività in un ensemble di giocolieri. Poi sono arrivati la danza hip hop, il teatro, le acrobazie, fino all’École de Cirque de Lyon e al CNAC/National Center for Arts du Cirque a Châlon. Tutti questi universi confluiscono ora nelle sue creazioni, così che la giocoleria non rimanga un puro esercizio tecnico, ma si trasformi in un punto di partenza per orizzonti inesplorati. 





ITALIA

Lavanderia a Vapore di Collegno

26 ottobre 2017 | ore 21.30 | PRIMA ASSOLUTA

COPRODUZIONE

TO BE BANNED FROM ROME [durata 50’]

concept Annamaria Ajmone e Alberto Ricca

coreografia e danza Annamaria Ajmone

musica live Bienoise (Alberto Ricca)

produzione Torinodanza festival, Cab 008, Club To Club Festival

in collaborazione con The Italian New Wave

progetto realizzato nell’ambito di Residenze Coreografiche Lavanderia a Vapore / Piemonte dal Vivo

selezionato da Hangar Creatività - Progetto promosso dall’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte

con il sostegno di MiBACT e Regione Toscana

Nel programma di Club To Club Festival 2017

Dall’incontro tra prospettive distanti, nasce una performance che riflette sulla persona digitale e sulle nuove geografie delle idee. Premio Danza&Danza 2015 come “interprete emergentecontemporaneo”, tra le proposte più interessanti della giovane coreografia italiana, Annamaria Ajmone si concentra sull’idea di un corpo messo di fronte a un dispositivo trasparente, costantemente illuminato ma allo stesso tempo riparato.
La affianca Bienoise/Alberto Ricca, uno degli artisti di musica elettronica più visionari e raffinati del momento, che seziona i nuovi generi nati in rete, tra inni memetici e nicchie invisibili, adoperando la propria cura maniacale nel costruire mondi sonori ed i propri vastissimi interessi musicali, dal clubbing all’improvvisazione radicale. 

 





FRANCIA

Fonderie Limone Moncalieri (Sala Grande)

27-28-29 ottobre 2017 | ore 20.45 | PRIMA ITALIANA

Compagnie DCA / Philippe Decouflé

NOUVELLES PIÈCES COURTES [durata 90’]

messa in scena e coreografia Philippe Decouflé

assistente alla coreografia Alexandra Naudet

con Flavien Bernezet, Meritxell Checa Esteban, Raphael Cruz, Julien Ferranti, Ninon Noiret,

Alice Roland, Suzanne Soler, Violette Wanty

produzione Compagnie DCA / Philippe Decouflé

Spettacolo programmato in collaborazione con La Francia in Scena. La Francia in Scena è la stagione artistica dell’Institut français Italia / Ambasciata di Francia in Italia / Fondazione Nuovi Mecenati

Nel mondo della danza, Philippe Decouflé gode della fama di vero e proprio mago e illusionista. Celebrato per il suo talento di coreografo e la sua abilità nel trasformarsi in maestro di cerimonia per le Olimpiadi e altri grandi eventi, è vicino anche al mondo del circo contemporaneo. Pezzi brevi, piccoli gioielli costruiti intorno a un unico tema portante caratterizzano la struttura della serata. Per Decouflé: ≪I coreografi americani che mi hanno influenzato quasi sempre hanno messo in scena spettacoli modulari composti da brevi pezzi. Credo che questo sistema si adatti bene alla danza, in cui la scrittura è spesso più poetica che narrativa, e dove il format deve essere adattato al soggetto.
Infine, la passione per queste pièce mi viene dal rock’n roll: pezzi veloci ed efficaci, che guadagnano in potenza quel che perdono in durata≫. 




SPAGNA

Lavanderia a Vapore di Collegno

7-8 novembre 2017 | ore 20.45

Mal Pelo

BACH [durata 40’]

ideazione e direzione María Muñoz

interprete Federica Porello

produzione Mal Pelo

in collaborazione con Teatro Real (Madrid) e Teatre Lliure (Barcellona)

Spettacolo programmato in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo - Circuito Regionale Multidisciplinare nell’ambito di Solocoreografico, rassegna a cura dell’Associazione The Very Secret Dance Society

María Muñoz è tra le protagoniste più carismatiche della scena coreografica e della danza contemporanea spagnole: con la compagnia Mal Pelo basa il suo lavoro su una costante ricerca di linguaggi diversi.
Bach è considerato un capolavoro della compagnia catalana. È una coreografia basata su una selezione di brani di J.S. Bach da Clavicembalo ben temperato, eseguito da Glenn Gould, che l’artista ha creato e con la quale ha debuttato nel 2004: da allora lo spettacolo è stato eseguito oltre un centinaio di volte in tutto il mondo. 






FRANCIA

Fonderie Limone Moncalieri (Sala Grande)

10-11 novembre 2017 | ore 20.45

Ballet National de Marseille / ICK

TWO [durata 30’]

ideazione e coreografia Emio Greco, Pieter C. Scholten

pièce per 2 danzatori

a seguire

BOLÉRO [durata 25’]

ideazione e coreografia Emio Greco, Pieter C. Scholten

pièce per 15 danzatori

Spettacoli programmati in collaborazione con La Francia in Scena. La Francia in Scena è la stagione artistica dell’Institut français Italia / Ambasciata di Francia in Italia / Fondazione Nuovi Mecenati

Emio Greco e Pieter C. Scholten, nominati nel 2014 direttori artistici del Ballet National de Marseille, portano a Torinodanza la loro forza creativa. Il duetto Two incarna la malìa della loro ricerca artistica, incentrata sin dalla metà degli anni Novanta sul tema del doppio. Greco ha incantato pubblico e critica nel 2002 con la sua travolgente interpretazione del Boléro: oggi quel lavoro, che ha così profondamente segnato la sua carriera, torna in scena rivisitato e riscritto per nove danzatori del Ballet National de Marseille. 






GERMANIA 

Teatro Regio

1 dicembre 2017 | ore 20.45 |PRIMA ITALIANA

Gauthier Dance

Dance Company Theaterhaus Stuttgart

UPRISING

coreografia e partitura sonora Hofesh Shechter

a seguire

KILLER PIG

ideatori Sharon Eyal, Gai Behar

a seguire

MINUS 16

di Ohad Naharin

Un programma che celebra la danza contemporanea nella sua forma più dinamica, rendendo omaggio a quattro artisti israeliani che hanno imposto la propria cifra stilistica nel mondo. Hofesh Shechter esplora il lato virile della danza: una dichiarazione di amore per l’universo maschile, che aggiunge un nuovo colore alla danza contemporanea.
Killer Pig. Gai Behar e Sharon Eyal hanno riallestito il loro successo d’esordio: lo stile ruvido e i movimenti precisi lo rendono la controparte ideale per Uprising: sette ballerine, sette amazzoni che sfatano i luoghi comuni della danza femminile. Minus 16 è un pezzo iconico creato dal genio coreografico di Ohad Naharin: come in un caleidoscopio, la coreografia combina diversi materiali musicali e stati d’animo, sulle note dello Stabat Mater di Antonio Vivaldi. 

 

BIGLIETTI Intero € 20,00* - Ridotto € 17,00 - Under 14 € 5,00 - Under 35 € 12,00

Biglietteria del Teatro Stabile di Torino, Teatro Gobetti, via Rossini 8, Torino. Tel. 011 5169555 -

Numero Verde 800 235 333

orario: da martedì a sabato, ore 13.00 - 19.00

Programma completo www.torinodanzafestival.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop