Torino News

TORINO, 01 November 2017

Varie UN NOVEMBRE PER RILEGGERE al Circolo dei lettori Torino

incontri con scrittori e con voci dal mondo

un_novembre_per_rileggere_al_circolo_dei_lettori_torino_news_torino_torino_piemonte
Condividi
Indicazioni di contatto
IL CIRCOLO DEI LETTORI Torino
Via Conte Giambattista Bogino,9
Torino 
011 432 68 27  Link al sito  E-mail

Ci sono pagine che non basta leggerle, è necessario rileggerle per scoprire i meccanismi che le governano, per andare a fondo dei significati palesi e nascosti, per capire perché incantano. Ma una seconda lettura è utile concederla anche a ciò che succede, ai fatti del mondo, e dell’Italia e dell’Europa, perché sfuggenti, perché complessi. Con lo sguardo rivolto al futuro.

Al Circolo dei lettori a novembre, tanti gli incontri con scrittori e con voci dal mondo, per “rileggere”, e quindi «ritrovare, riconoscere e scoprire», per dirla con Giorgio Manganelli, e così «camminare per strade che crediamo di conoscere».


ROMANZI E LETTURE

È Domenico Starnone, con Tirar su la pagina (15-23-29 novembre e 6 dicembre, ore 18.30), a insegnare in un vero e proprio corso, la magia della rilettura, prendendo in esame quattro racconti italiani. Per prenotare: info@circololettori.it


Martedì 7 novembre alle ore 18 tra le pagine di Marco Malvaldi è il mistero a dominare in un altro giallo, Negli occhi di chi guarda (Sellerio), in cui riecheggia Agatha Christie, grazie a un salotto di personaggi strani messi a interagire l’un l’altro.


Riscoprire l’America, anche se immaginaria, e quindi forse ancora più vera: è possibile con Tom Drury mercoledì 8 novembre alle ore 19 alla Scuola Holden. L’autore è a Torino per Giorni Selvaggi, il progetto di Circolo dei lettori e Salone Internazionale del Libro che porta il meglio della letteratura internazionale in città. L’incontro è a partire dal suo ultimo A caccia nei sogni (NN Editore), secondo capitolo della trilogia iniziata con La fine dei vandalismi. In dialogo con Elena Varvello.


Lunedì 13 novembre ore 21, con il suo Pacific Palisades (Einaudi), Dario Voltolini cammina di nuovo in quella sottile striscia di terra che congiunge poesia e prosa, lo dice Alessandro Baricco. È un invito alla rilettura dei sentimenti umani, attraverso la grazia della sua scrittura. In dialogo con Elena Varvello.

Giovedì 16 novembre ore 18, Simonetta Agnello Hornby racconta in Nessuno può volare (Feltrinelli) la storia di suo figlio George, ammalato di sclerosi multipla. È un appello a rileggere e quindi riconsiderare i propri limiti.

Peppe Fiore racchiude in Dimenticare (Einaudi) solitudine e amore, e dà voce alla paura più indicibile, scoprire che il vero nemico siamo noi stessi. Giovedì 16 novembre, ore 19 con Elena Varvello.

Martedì 21, ore 18 Andrea Kerbaker, direttore di Tempo di libri, racconta la storia di un volume che cerca di salvare se stesso. Dal macero. È Diecimila (Interlinea). L’autore è in dialogo con Mario Baudino.

In San Francisco Rock (miraggi), Marcello Oliviero (giovedì 23, ore 21) offre il ritratto di una generazione attraverso la passione per la musica, mentre giovedì 30 novembre, ore 21 Zercalcare in Macerie Prime racconta la difficoltà di crescere e scoprire il proprio ruolo nella società.

 

DALL’AMERICA A QUI  

Gli incontri per rileggere l’attualità cominciano con Naomi Klein nella sua unica tappa italiana a Torino giovedì 2, ore 18, nell’Aula Magna della Cavallerizza Reale con Loredana Lipperini, nell’ambito di Giorni Selvaggi. Il suo Shock politics. L'incubo Trump e il futuro della democrazia (Feltrinelli), «urgente, tempestivo, necessario» secondo Noam Chomsky, non è solo un resoconto dettagliato delle politiche di Donald Trump, ma pone anche le basi per un movimento di massa capace di opporsi al militarismo, al razzismo e al corporativismo che stanno crescendo nel mondo occidentale. La prenotazione è obbligatoria.

Le politiche climatiche non sono nell’agenda del presidente americano, ma come spiega Effetto serra effetto guerra, il clima ha anche effetti sulle migrazioni. Come? Al Circolo dei lettori venerdì 3 novembre, ore 17 rispondono il fisico Claudio Cassardo e il giornalista di Radio Veronica One Alessandro Colombo, a partire dal saggio di Grammenos Mastroyeni e Antonello Pasini edito da chiarelettere.

Di viaggi della speranza, campi profughi, estremi gesti di accoglienza, ma anche sacche di razzismo e xenofobia, racconta con parole e immagini il grande fotografo Carlos Spottorno giovedì 16, ore 21 con Fabio Geda, a partire da La crepa (add), ricognizione sui confini e l’identità dell’Europa.

Ma nessuno è padrone della terra in cui vive, questa la tesi della filosofa Donatella Di Cesare in Stranieri residenti (Bollati Boringhieri), riflessione sul significato ultimo del migrare, in dialogo con Gustavo Zagrebelsky sabato 18, ore 18.

Di viaggio, tra finzione e realtà, parla anche Geoff Dyer lunedì 20 novembre, ore 18 con Gianluigi Ricuperati, nell’ambito Giorni Selvaggi.  Il suo ultimo libro, Sabbie Bianche (il Saggiatore), non è un romanzo, né reportage, non una raccolta di racconti ma tutte queste cose insieme: è lo «spazio vuoto sulla cartina» del suo autore.

L’invito a rileggere la posizione dell’uomo circa gli altri esseri viventi arriva con il nuovo saggio di Leonardo Caffo, Fragile umanità (Einaudi), di cui il filosofo racconta lunedì 27, ore 21 con Raffaele Riba.

Martedì 28 novembre, ore 18 alle OGR, Andrew O’Hagan presenta La vita segreta. Tre storie vere dell’era digitale (Adelphi), un’opera attraverso la quale è sceso negli abissi sconosciuti della rete, per trovare la risposta a domande come: che cosa sono i bitcoin? Che cos’è il dark web? Che cos'ha veramente fatto Julian Assange? Con Francesco Guglieri, nell’ambito di Giorni Selvaggi.

L’Omaggio a Zygmunt Bauman, giovedì 30, ore 18.30 con Giuseppe Laterza e Maurizio Ferraris, è l’occasione per indagare le sue ultime pagine che contengono una nuova tesi: oggi si vive l’epoca dell’utopia del passato. È la Retrotopia (Laterza), perché, secondo il sociologo, «il cammino a ritroso potrebbe trasformarsi in un itinerario di purificazione dai danni che il futuro ha prodotto ogni qual volta si è fatto presente».

 

ITALIA, TRA PASSATO E PRESENTE  

Tornando all’Italia, Piero Fassino è al Circoli dei lettori lunedì 6, ore 18 con Maurizio Molinari, direttore La Stampa per presentare Pd davvero (La nave di Teseo), in cui riflette sul possibile rinnovamento della sinistra italiana ed europea, a dieci anni dalla fondazione del Partito Democratico.

E da dieci anni a questa parte, molte cose sono cambiate, nell’economia, nella politica e nella finanza. Edoardo Nesi e Guido Maria Brera (martedì 7 novembre, ore 21) in Tutto è in frantumi e danza (La nave di Teseo) spiegano come milioni di persone abbiano potuto impoverirsi e le prospettive di crescita scomparire.

Giovedì 9 novembre ore 18 lo storico Giovanni De Luna va ancora più indietro, agli anni del caos del dopoguerra, in La Repubblica inquieta (Feltrinelli). In dialogo con Maurizio Molinari, direttore La Stampa.

Con A proposito di Marta (Mondadori), venerdì 10, ore 18.30 Pierluigi Battista offre un ironico confronto tra generazioni: biografia e finzione si intrecciano nel dialogo tra un padre nato negli Anni Cinquanta e la figlia venticinquenne.       
Al centro di Far Web (Rizzoli), il libro in cui Matteo Grandi indaga il lato oscuro del web, ci sono i social media, tra insulti, discriminazioni, misoginia. Ne parliamo con l’autore lunedì 13 novembre, ore 18.

Nato su repubblica.it il resoconto di Ezio Mauro (lunedì 20, ore 21) dai luoghi della Rivoluzione Russa è diventato un libro-reportage, L’anno del ferro e del fuoco (Feltrinelli). Al Circolo dei lettori il giornalista dialoga con Alessandro Baricco. In collaborazione con Scuola Holden - Storytelling & Performing Arts.

Mercoledì 22, ore 18 il Ministro dei beni e delle attività culturali Dario Franceschini racconta invece l’Italia rarefatta, nostalgica e surreale, in Disadorna (La nave di Teseo). Con Carlo Petrini.

A sessant'anni dalla sua scomparsa, lunedì 13 novembre alle ore 18 il Circolo dei lettori ricorda Leo Longanesi, il maestro, un’occasione di raccontare l’editore, perché dopo Longanesi niente fu più come prima. Intellettuale controverso e geniale, scrittore e giornalista, è stato definito da Raffaele Liucci «un borghese corsaro tra fascismo e Repubblica». Da un’idea di Luigi Mascheroni, con Pietrangelo Buttafuoco, Stenio Solinas e Mario Baudino.

Altro tema di stretta attualità è la parità di genere, che mercoledì 8 novembre alle ore 21 è al centro della tavola rotonda Stai zitta, che coinvolge le scrittrici Giusi Marchetta ed Elena Varvello, la sceneggiatrice Sara Benedetti e la influencer Petunia Ollister (Stefania Soma). Come sei vestita? Quando ce lo fai un nipotino? Chiudi le gambe! Che fai, piangi? Quante volte le donne si sono sentite dire così? Ma alcune parole rimangono dentro, definendo, cambiando le persone.

Tiziana Ferrario ha seguito il passaggio dalla presidenza Obama a quella Trump ed è rimasta colpita dalla ventata di orgoglio emersa tra le donne americane, che hanno rialzato la testa chiedendo parità e difesa dei loro diritti. Lo racconta martedì 21 novembre, ore 21 al Circolo dei lettori a partire da Orgoglio e pregiudizi (chiarelettere).

Infine, un’altra occasione per riflettere è la Giornale Mondiale contro la violenza sulle donne, sabato 25 novembre, attraverso l’Experience Room (ore 18, a cura di Giulia Muscatelli, con Elena Varvello), le voci di Lidia Ravera (ore 18.30) in dialogo con Antonella Parigi e Francesca Bolino a partire da Il terzo tempo (Bompiani) e infine con lo spettacolo Rosa su nero. Love Vs violence (ore 21), storie di donne abusate si intrecciano a espressioni di amore sano e rispetto.

 

 

E poi ancora, al Circolo dei lettori, nel mese di novembre, musica e parole con Patty Pravo mercoledì 8, ore 18.30 con Pino Strabioli e il suo La cambio io la vita che… (Einaudi), venerdì 17 novembre, ore 18.30 Marco Presta con Luciana Littizzetto e il suo Accendimi (Einaudi), storia di una pasticcera e di una radio magica, e martedì 28 novembre ore 21 Claudio Trotta, fondatore di Barley Arts, che con No pasta no show (Mondadori Electa) racconta un pezzo di storia italiana attraverso concerti e musica dal vivo, in dialogo con Massimo Cotto di Virgin Radio.

Sabato 11 novembre alle ore 18 si parla di cucina con Marco Bianchi, che svela i suoi segreti attraverso un libro, Cucinare è un atto d’amore (Harper Collins), in cui per la prima volta apre le porte di casa sua. In dialogo con Luca Argentero.

Non mancano fotografia e arte con Kristin Man venerdì 10 novembre, ore 18 e il suo 9_9 (Skira), mercoledì 15 novembre ore 18 con Ferdinando Scianna e Franco Marcoaldi, in dialogo sul rapporto tra fotografia e scrittura a partire da Di bestie e di Animali (Contrasto), domenica 19 novembre ore 18 con Frank Stefanko, uno dei fotografi più vicini al Boss, che racconta Bruce Springsteen. Further up the Road (Wall of Sound) con Guido Harari.

Trova spazio anche il calcio venerdì 17 novembre, ore 21 con Crazy for football (Longanesi) di Volfango De Biasi e Francesco Trento che raccontano degli speciali Mondiali disputati tra pazienti psichiatrici, con Andrea Belotti capitano e Sinisa Mihajlovic allenatore del Torino FC e lo psichiatra Santo Rullo.  
Martedì 28 novembre, ore 18 Elena D’Ambrogio in Quando un uomo (Cairo) offre un ritratto di Giuseppe Navone, imprenditore edile e dirigente del Torino Football Club, con Roberto Alessi, direttore Novella 2000, Vittorio Feltri, direttore Libero e il medico giornalista Melania Rizzoli.

Infine, La grande scienza è raccontata attraverso tre incontri di divulgazione speciali, organizzati in collaborazione con codice edizioni: il primo, domenica 19 novembre, ore 11, è con il fisico Giovanni Amelino-Camelia e la lectio Albert Einstein. Una teoria del tutto è possibile?, occasione per rileggere la teoria di Einstein in relazione alle attuali sfide e frontiere. I prossimi appuntamenti sono dedicati ai segreti dei sogni e ai numeri, da zero a infinito.

 

 

il Circolo dei lettori, via Bogino 9, Torino

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop