Torino News

TORINO, 07 December 2017

Teatro COME PESCI FUOR D’ACQUA… compagnia Fabula Rasa 9 dicembre 2017 - ore 21:00 Teatro Magnetto, Almese (TO)

Sesto appuntamento di CAMALEONTIKA 2017/2018

come_pesci_fuor_d_acqua_compagnia_fabula_rasa_9_dicembre_2017_ore_21_00_teatro_magnetto_almese_to_news_torino_torino_piemonte
Condividi

CAMALEONTIKA 2017/2018 è la quarta stagione teatrale organizzata ad Almese (TO) dalla compagnia Fabula Rasa diretta da Beppe Gromi, grazie al sostegno del Comune di Almese e della Fondazione Piemonte dal Vivo – Circuito Regionale Multidisciplinare. Una nuova stagione di colori per un Camaleonte che dal 28 ottobre 2017 al 5 maggio 2018 continua a giocare ridipingendo il paesaggio mutante che lo circonda sul palcoscenico del Teatro Magnetto di Almese, comune della bassa Valle di Susa, con spettacoli di teatro per tutte le età, cabaret, danza e musica.

 

Il 9 dicembre 2017 alle ore 21 fa gli onori di casa la compagnia Fabula Rasa con “Come pesci fuor d’acqua…”, storico spettacolo che debuttò nel 2008 al teatro Magnetto di Almese con una formazione che coinvolgeva tre attori abilmente diversi, che ancora oggi, dopo nove anni, sono parte integrante del Progetto. 

Ideato per bambini e ragazzi, lo spettacolo è stato apprezzato anche dal pubblico adulto e replicato in numerose scuole di ogni ordine e grado, in rassegne, festival e piazze. 

La nuova formazione si avvale di due componenti di Black Fabula, compagnia composta da ragazzi africani richiedenti asilo, ed ha debuttato presso il carcere di Saluzzo nel Marzo 2016, per il circuito Piemonte Live.

Con la regia di Beppe Gromi, che ha ideato lo spettacolo, la formazione completa di questa replica è composta da Andrew Detroit, Al Hassan Kone, Paolo Benna, MouMali Keita, Renato Peirolo, Sara Rossino, Massimo Valz Brenta e Francesca Zitti.

 

LO SPETTACOLO

Da qualche parte, in un punto non segnalato dalle mappe, c’è un luogo speciale protetto dalle ingiurie dell’inquinamento e dell’indifferenza, frequentato da creature molto originali. Si tratta di anfipinnipedi nomadi che attraversano questa piccola piazza subacquea aperta a chi ha una storia da raccontare. Sono bipedi bislacchi che hanno perso la rotta e cercano un nuovo orizzonte. Il custode e responsabile di questo ambiente è l’elegante e immarcescibile Rick, abile e imprevedibile, dispensa consigli e traccia nuove rotte ai suoi ospiti: da un’adorabile sirena che aspetta il ritorno del suo amato marinaio e si rivolge a Rick, confidando nelle sue capacità di risolvere le situazioni più delicate. 

Ma all’improvviso tutto può ingarbugliarsi, cambiare improvvisamente rotta grazie alla magica presenza dello storione, famoso griot dei fondali, il raccontatore per eccellenza dal babelico linguaggio per finire abbagliati da un miraggio impertinente o storditi dalla goffaggine di due strani naufraghi senza meta…

Mare di dentro e mare di fuori si incontrano dando vita ad un racconto stralunato e poetico, buffo, sfuggente, abilmente diverso, comico, unico. Qualcosa che resta nel cuore dello spettatore, senza limiti d’età. Così lo spettacolo, opera-simbolo del progetto Teatro Senza Confini, compie dieci anni e continua a restituire tutti i suoi colori e la sua magia. 

 

FABULA RASA, compagnia teatrale integrata tra le diverse abilità

Fondata nel 1993, dopo un lungo percorso rivolto principalmente alle scuole di ogni ordine e grado, Fabula Rasa è diventata una compagnia teatrale integrata tra le diverse abilità, che promuove e diffonde il valore artistico ed umano delle diversità. Nel 1999/2000 nasce il progetto Teatro Senza Confini attualmente attivo in Valle di Susa e Valsangone con tre formazioni sostenute dal Comune di Avigliana, L’ASLTO3 e il CSM di Susa. Nel 2015 il progetto vede l’ampliamento del proprio organico e degli orizzonti creativi con l’inserimento di alcuni richiedenti asilo che oggi sono parte integrante del percorso teatrale della compagnia, l’afro-formazione Black Fabula.

 

I BLACK FABULA 

sono dieci  ragazzi africani provenienti da Mali, Costa D’Avorio, Guinea Conakry e Gambia. A due mesi dal loro arrivo  nella città di Almese (TO) nel marzo del 2015, hanno esplicitato la volontà di attivare un percorso teatrale e Beppe Gromi di Fabula Rasa ha accolto la proposta e, grazie alla preziosa collaborazione con l’Amministrazione Comunale, è cominciata l’avventura.

Dopo alcuni mesi di intenso lavoro si è consolidata l’identità del gruppo con il nome BLACK FABULA dando vita ad una mostra e allo spettacolo DOVE CIELO TOCCA MARE che ha debuttato nel gennaio del 2016. Il progetto prosegue con l’ulteriore sviluppo dello spettacolo Dove Cielo Tocca Mare e con l’inclusione dei ragazzi africani in altri spettacoli e progetti della compagnia Fabula Rasa, come per esempio gli stage Afrorì che proseguono anche nella stagione 2017/2018.

 

 

LA RASSEGNA E I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Il cartellone di Camaleontika 2017/2018 propone linguaggi e messaggi variegati che si mescolano a colori e forme originali per continuare a stupire grandi e piccini con giovani compagnie e artisti conosciuti, spettacoli affermati e interessanti novità. Linguaggi e messaggi variegati si mescoleranno a colori e forme originali per continuare a stupire grandi e piccini, aprendo nuove finestre sul mondo che appartiene a tutti ma che spesso non si lascia cogliere. 

Comicità e cabaret, musica, teatro-danza, improvvisazione e teatro di prosa per divertirsi ma anche per affrontare temi importanti con passione e poesia, per riflettere sulla vita e sui suoi possibili nuovi inizi, ispirandosi a queste parole di Peter Brook: “...In ogni momento possiamo trovare un nuovo inizio. L'inizio ha la purezza dell'innocenza e l'assoluta  libertà di mente di un principiante. Lo sviluppo è più difficile perché, quando l'innocenza lascia il posto all'esperienza, i parassiti, la confusione, le complicazioni e gli eccessi del mondo arrivano in massa. Finire è la cosa più difficile ma lasciarsi andare dà l'unico vero gusto di libertà. Allora la fine diventa ancora una volta un inizio e l'ultima parola spetta alla vita.”

Camaleontika proseguirà coerente con il suo stile zigzagante e con una grande varietà di “colori”.

All’inizio del nuovo anno il Camaleonte ci guida verso nuove gustose rotte ed il 13 gennaio con “Cucinar Ramingo” di Giancarlo Bloise, approdiamo ad una cucina vagante di un teatro ramingo, dove il cibo è raccontato, creato e condiviso in un evento da papille fibrillanti. 

In un arcobaleno che trasforma i colori in movimento, il 20 gennaio lo spettacolo di teatro-danza “L’anatra, la morte e il tulipano” della compagnia Tardito-Rendina racconta una favola preziosa, delicata e originale per genitori e bambini… 

Febbraio ha diversi colori dominanti e su piani assai distanti. Uno è colore comico tutto femminile, il 3 febbraio con Giulia Pont ed il suo monologo pluripremiato, graffiante e imprevedibile intitolato “Ti lascio perche’ ho finito l’ossitocina “.

 

 

BIGLIETTI DI INGRESSO

Ingresso intero € 8.00

Ingresso ridotto € 5.00. Ne hanno diritto: iscritti ai laboratori di Fabula Rasa/Teatro Senza Confini, abilmente diversi e accompagnatori, under 18, abbonati alla rassegna cinematografica del Magnetto, over 70 e sostenitori di Medici Senza Frontiere.

Domenica ingresso unico € 5.00 (ingresso gratuito per bambini inferiori ai 4 anni e nonni over 80)

 

ABBONAMENTI

Abbonamento a 5 spettacoli € 30.00

 

INFO E PRENOTAZIONI:

 

Fabula Rasa Ass.ne Onlus  -  mob. 3928278499 - 3348785494   fabulamail@gmail.com

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop