Torino News

TORINO, 07 December 2017

Varie Finale della Maratonina d’Inverno venerdì 8 dicembre 2017 ippodromo di Vinovo

ingresso libero e gratuito

finale_della_maratonina_d_inverno_venerdi_8_dicembre_2017_ippodromo_di_vinovo_news_torino_torino_piemonte
  Ippodeomo Mirafiori
Condividi

Era il 9 dicembre 1927 e in via Alfieri 15 a Torino, davanti al Regio Notaio Ernesto Torretta e sotto l’alto Patronato di sua Altezza Reale Duca d’Aosta, nasceva ufficialmente la Società Torinese Corse Cavalli.

A firmare e a presenziare all’atto di nascita nomi importanti per l’ippica torinese come l’avv. Carlo Marangoni e l’avv. Guido Bianchetti. Nomi che ritroveremo con più ruoli in varie fasi della vita dell’Ippodromo di Mirafiori e poi degli Ippodromi di Vinovo. Assieme a loro altri nomi illustri dell’aristocrazia e della nobiltà torinese di allora con la citazione importantissima del commendator Edoardo Agnelli quali amministratore della costituenda società anonima per azioni con il figlio Giovanni che farà parte del consiglio di amministrazione eletto nel 1953.

Inizia così la storia della “Torinese Corse Cavalli” che proprio in questi giorni festeggia e ricorda i suoi 90 anni di vita. Un anniversario che sarà il filo conduttore per una serie di eventi che si protrarranno per tutto l’anno entrante.

Nove decenni di storia fatti di tanti nomi illustri e di tantissima passione profusa da tutti coloro che hanno amministrato, hanno lavorato e lavorano all’interno della società.

Gli attuali sono sicuramente anni di sofferenza per il mondo dell’ippica che dal quel lontano 1927 ad oggi ha cambiato profondamente i propri connotati e le proprie aspettative. 

Nel lungo passare dei decenni alcuni momenti fondamentali per la storia della Società. Nel 1957 la decisione di abbattere lo storico Ippodromo di Mirafiori davanti alla palazzina uffici della Fiat per poi acquistare e realizzare il centro di allenamento e i due ippodromi di Vinovo, il Tesio per il Galoppo dismesso nel 2002 e quello di “Stupinigi” per il trotto.

L’attuale ippodromo a Vinovo inaugurato l’8 settembre 1961 è ancora saldamente il punto di riferimento di tutta l’ippica del Nord Ovest.

In questi 90 anni di ippica sotto il nome di “Società Torinese Corse Cavalli”, tramutatisi solo nella denominazione in HippoGroup Torinese S.p.A. a fine secolo scorso, circa 40 anni fa un altro episodio fondamentale per la storia dell’ippica piemontese.

Nel 1977 il comprensorio degli ippodromi di Vinovo cambia proprietà, passando dalla SAI, agenzia assicurativa in “quota” Fiat, all’attuale proprietà capitanata allora da Guido Melzi, Tomaso Grassi e Gianni Ferraris. Tutti ippici e appassionatissimi di tutto quanto concerne il cavallo da corsa e colonna portante ancor oggi dell’attuale proprietà.

Inizia così la storia attuale della “Torinese Corse Cavalli” e continua sempre sotto una unica spinta: “La nostra attività imprenditoriale in questi anni ha avuto come filo conduttore la passione per questo mondo e per i cavalli. afferma il presidente e AD di HippoGroup Torinese Guido Melzi d’ErilSull’ippodromo di Vinovo sono stati investiti tanti soldi e si sono effettuate tante trasformazioni. Siamo riusciti negli anni a organizzare eventi, grandi corse e a connotare il nome dell’ippodromo con il territorio e con il comune di Vinovo, trasformando il nostro impianto in un luogo riconosciuto in tutto il Piemonte e non solo. Così vorremmo che fosse anche per gli anni a venire ma per questo serve la volontà del Ministero ed una profonda trasformazione di tutto il nostro mondo. Voglio pubblicamente ringraziare, senza nominarli perché sarebbero troppi, coloro che hanno permesso tutto questo in questi 40 anni di nostra attività diretta di gestione dell’ippodromo. Tutti coloro che, come dipendenti, dirigenti, collaboratori, enti preposti, addetti ai lavori, driver e proprietari hanno permesso di vivere intensamente gli ultimi 4 decenni.”

 

In occasione del 90° compleanno della Società Torinese Corse Cavalli, venerdì 8 dicembre la Finale della Maratonina d’Inverno sarà intitolata a questo evento e come primo atto dei festeggiamenti a tutto il pubblico presente all’ippodromo sarà offerto un brindisi con la degustazione di dolci per uno scambio di auguri e per dare appuntamento alla programmazione futura. 

 

Come sempre all’ippodromo di Vinovo ingresso libero e gratuito e venerdì 8 dicembre saranno operativi già dall’ora di pranzo il Ristorante Panoramico, la caffetteria ed il bar centrale della tribuna.    


GRANDE FESTA ALL’IPPODROMO DI VINOVO

Venerdì 8 dicembre, festa dell’Immacolata e festa all’ippodromo di Vinovo per una serie importanti di eventi che porteranno il pubblico a passare un diverso pomeriggio all’interno della nostra struttura. A metà pomeriggio infatti, sarete tutti ospiti della Società Torinese Corse cavalli, per festeggiare i 90 anni dalla nascita. Era infatti l’8 dicembre 1927 quando fu fondata, d’obbligo un brindisi insieme a tutti gli affezionati spettatori. Saranno inoltre presenti i Pony della Horse House per una passeggiata dedicata ai più piccoli e all’interno della tribuna, uno stand di prodotti gastronomici calabresi, in degustazione e vendita.

In pista andrà in scena la finale della Maratonina d’Inverno, dopo la disputa due settimane fa sulla pista delle qualificazioni. Sono rimasti 10 al via sulla distanza dei 2.620 – 2.640 – 2.660. Una bella corsa che si avvale della presenza di cavalli come Rossella Ross, allieva di Andrea Guzzinati, Tale Inno allenato da Holger Ehlert e affidato a Davide Nuti, Terra Del Rio, sorella della famosa Lana Dei Rio, guidata come sempre dal suo mentore Santino Mollo, che però ci confida di prendere questa prova in maniera molto soft, avendo tra dieci giorni una corsa in Francia. Questi insieme a Uma D’Asti, che potrebbe anche sorprendere tutti, pupilla di Franco Ferrero gli estremi penalizzati.  A 2.640 troviamo cavalli come Nuange En Ciel, allievo di Cristian Rizzo che cede le guide a Flavio Martinelli, che saprà sicuramente farlo partire per prendere una buona sistemazione.  Thor Gual vincitore della sua batteria, questa volta avrà in sulky Andrea Farolfi. Ulberto, Tatanka Cup e Papandreu, soggetti importanti che cercheranno di metterla probabilmente sul passo per renderla difficile a quelli dietro. Anche se con il miglior numero e da solo al suo nastro Terence Effe allievo di Walter Lagorio è l’outsider della corsa.

 

Altra corsa di rilievo sarà il quintè sulla breve distanza dei 1.600 metri. Sono 17 i partecipanti che hanno accettato l’ingaggio. Proprio per la breve distanza per una volta saranno forse quelli davanti a portare a casa il successo, non semplice per i favoriti rilegati in terza fila. Lotar Bi pupillo di Alessandro Raspante, con in sulky Tommaso Di Lorenzo, e Romero cavallo della scuderia Louisiana affidato come sempre ad Andrea Guzzinati, cavalli indubbiamente superiori ma con compito molto ambizioso.  Rache Hbd è volante nel periodo è sarà sicuramente appoggiata al gioco così come Tinto Del Nord. Attenzione, molta attenzione merita Solcio Zl che per l’occasione Mauro Baroncini affida a Andrea Farolfi. Unico dubbio dove riuscirà ad andare a sistemarsi, poiché la probabile battistrada potrebbe essere Sandy Roc, e difficilmente Paolo Bojino lascerà la regia della corsa, per la serie andiamo sino che ne abbiamo.  Personalmente non lasceremo fuori da un pronostico né Un Grande Ido, allievo di Cosimo Cangelosi tanto meno Ombromanto Om, cavallo che si è già distinto in passato. Una corsa molto bella tutta da assaporare insieme a noi al termine di giornata alle ore 18,30.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop