Torino News

TORINO, 28 February 2018

Varie Ogni mese è un festival
. Marzo 2018 al Circolo dei lettori Torino

incontri con scrittori internazionali, autori italiani, saggisti, storici, filosofi...

ogni_mese_e_un_festival_marzo_2018_al_circolo_dei_lettori_torino_news_torino_torino_piemonte
Condividi
Indicazioni di contatto
IL CIRCOLO DEI LETTORI Torino
Via Conte Giambattista Bogino,9
Torino 
011 432 68 27  Link al sito  E-mail

A Torino, dal 2006, c’è un luogo in cui ogni giorno si parla di libri e di letteratura, il preferito dai lettori torinesi che si ritrovano, per 150 volte al mese, affollando le sale del Circolo a loro dedicato. E l’offerta culturale, ogni volta ricca e per tutti, pensata sia per assecondare i gusti sia per far scoprire nuovi scrittori, a marzo 2018 raggiunge una tale intensità che, forse, bisognerebbe poterci mettere le tende, al Circolo dei lettori, e non andar più via. Marzo è come un festival, infatti, tanti sono gli incontri per capire il nostro tempo attraverso lo sguardo degli scrittori internazional, ascoltando le voci degli autori italiani, dei saggisti, storici, filosofi che portano, dal passato, idee buone per il presente, e infine dei giornalisti, che analizzano l’oggi.

E a marzo, anche un’anticipazione della rassegna che si svolge in città dall’8 al 16 giugno. Infatti in occasione della selezione europea della prestigiosa gara culinaria, il Bocuse d’Or, per la prima volta in Italia, Torino e il Piemonte festeggiano celebrando cultura e cucina insieme. Ma perché aspettare giugno? Il primo incontro di Aspettando Bocuse d’Or Europe 2018 OFF è mercoledì 21 marzo, ore 18.30 al Circolo dei lettori con Paolo Lopriore e Christian Têtedoie. È Allievi e Maestri, la cultura gastronomica europea tra eredità e futuro, dialogo tra i due pupilli degli chef da poco mancati Gualtiero Marchesi e Paul Bocuse, icone del Novecento gastronomico.

 

SCRITTORI DA LONTANO.

Il primo è Christopher Bollen con Orient (Bollati Boringhieri), venerdì 9 marzo, ore 21. Thriller letterario sul lato oscuro del sogno americano, affronta i temi più attuali, come la distribuzione della ricchezza, l’omosessualità, il matrimonio e il divorzio, la tutela ambientale, l’avidità. Lo scrittore, nato a Cincinnati nel 1975, dialoga con Andrea Bajani (è l’anteprima di Torino Crime Festival).

Lunedì 12 marzo, ore 18 un amato ritorno: Roddy Doyle racconta ai suoi lettori Smile (Guanda), insieme a Giuseppe Culicchia. Commovente e coraggioso libro, è ambientato nella sua Dublino ai nostri giorni e dà voce a un bambino sopraffatto dalla malvagità degli adulti.
Sempre lunedì 12, ma alle ore 21 è il momento di conoscere Bachtyar Ali, portavoce della letteratura irachena del Kurdistan, e il suo L’ultimo melograno (Chiarelettere), storia di un padre curdo che si è battuto per il suo paese, e, uscito dal carcere, va in Europa alla ricerca di suo figlio.
Il giorno dopo, martedì 13 marzo, altri due grandi ospiti. Alle ore 18 il pubblico incontra Clara Sánchez, scrittrice spagnola da 2 milioni di copie, per conoscere l’atteso L’amante silenzioso (Garzanti), in cui descrive una realtà in cui il passato non lascia la morsa sul presente e in cui le ombre non sono mai il riflesso perfetto della verità (in collaborazione con Libri Come), con Livio Partiti. Alle ore 21 è la volta di Joe R. Lansdale e dei suoi Bastardi in salsa rossa (Einaudi), scorcio di un’America profonda, lacerata dalla violenza e dalla corruzione (partner Cantina Damilano e Acqua Sparea). In dialogo con Maurizio Crosetti.

Lunedì 19 marzo è New York ad arrivare al Circolo con due incontri eccezionali. Nicole Krauss, amatissima per La storia dell’amore, inserita dal The New Yorker nella lista dei venti migliori scrittori statunitensi, porta il suo Selva oscura (Guanda), in dialogo con Elena Stancanelli, avventura dell’ebreo newyorkese Jules Epstein che sparisce nel nulla, l’incontro è alle ore 18 (partner Cantina Damilano e Acqua Sparea). Alle ore 21 è la volta di Nathan Englander e di Cena al centro della terra (Einaudi), storia di spionaggi e di complicati affari internazionali, di esistenze in cui si intrecciano politica e sentimenti (partner Cantina Damilano e Acqua Sparea). Con Luca Sofri, direttore di Il Post.
L’incontro con Daniel Mendelsohn è martedì 20 marzo, ore 18. Lo scrittore, critico per The New York Times e The Paris Review racconta Un’Odissea (Einaudi), confronto tra un padre e un figlio a partire dall’opera di Omero, fatta di menzogne e perdono, fughe e ritorni, in cui ognuno può ritrovarsi (partner Cantina Damilano e Acqua Sparea).
Sempre martedì 20, ma alle ore 21, il Premio Pulitzer Jennifer Egan, conosciuta e amata per Il tempo è un bastardo, torna con Manhattan Beach (Mondadori), libro su New York che guarda alla città di sponda, al di là dei grattacieli iconici, cercando il mare (in collaborazione con Salone Internazionale del Libro di Torino e Libri Come, partner Cantina Damilano e Acqua Sparea).
Un viaggio nella periferia di Spalato, il degrado e i turisti. È Addio Cowboy (L’asino d’oro) di Olja Savičević, venerdì 23 marzo, ore 18 con Lijljana Banjanin (a cura di Slavika Festival).
Infine, martedì 27 marzo, ore 18.30 è la volta di Andrea Köhler, giornalista tedesca, corrispondente dagli Stati Uniti del quotidiano svizzero Neue Zürcher Zei, con il suo L’arte dell’attesa (add), in cui, con l’aiuto dei grandi scrittori e filosofi – da Barthes a Camus – conduce il lettore in una dimensione invisibile in cui siamo perennemente immersi.

 

SCRITTORI DA VICINO. 

Ha scritto Class, che è finito nella lista dei libri dell’anno del New York Times, storia di romani giovani e belli in cerca di fortuna e amore nella Grande Mela. È Francesco Pacifico che stavolta racconta di Marcello, editor e poeta sulla soglia dei quarant’anni, che sogna di scrivere un romanzo che racconti di uomini e donne. È Le donne amate (Rizzoli), martedì 6 marzo, ore 18.30 con Petunia Ollister.

Laura Martinetti e Manuela Perugini parlano invece di due donne, d’amore, di una grande amicizia e della maternità in un esordio scritto a quattro mani. È Nient’altro al mondo (Garzanti), mercoledì 7 marzo, ore 18.
Una storia che non è una favola, ma nonostante questo è piena di speranza, di amore, di attaccamento alla vita, un inno alla resilienza. È Mi vivi dentro (DeA Planeta) di Alessandro Milan, giornalista di Radio24, che racconta di sua moglie Francesca del Rosso detta Wondy, morta di cancro nel dicembre 2016. L’incontro con l’autore in dialogo con Filomena Greco è giovedì 8 marzo, ore 18.30 (in collaborazione con MagazziniOz, partner Yogi Tea).
Una dichiarazione d’amore è la seconda puntata di Hai voluto la mia vita, serie di tre narrazioni a cura di Elena Stancanelli dedicata questa volta a Cristina Campo, giovedì 8 marzo, ore 21 (Ingresso € 6 | Carta Smart e EXKì Card € 3).

Antonio Monda porta Io sono il fuoco (Mondadori) venerdì 9 marzo, ore 18 con Martino Gozzi. Si tratta del sesto volume della decalogia newyorkese dello scrittore, docente della New York University, una riflessione disarmante sul male e sulla fede, condotta con sguardo lucido ed empatico (in collaborazione con Scuola Holden - Storytelling & Performing Arts).
E ancora una grande serata, lunedì 12 marzo, ore 21. Protagoniste sono le autrici di Storie della buonanotte per bambine ribelli 2 (Mondadori), raccolta di storie di grande successo. Francesca Cavallo e Elena Favilli raccontano la propria geniale idea, in compagnia di tanti ospiti come Enrica Baricco, Evelina Christillin, Elena Masuelli, la McMusa, Petunia Ollister, Antonella Parigi, Elena Varvello e Luciana Littizzetto (in collaborazione con MagazziniOz, traduzione in LIS a cura di ENS Torino e Segni d’Integrazione).

Quando eravamo eroi (La nave di Teseo) è una storia di amicizia, nostalgia e grandi scelte. L’ha scritta Silvio Muccino e la porta al Circolo dei lettori mercoledì 21 marzo, ore 21 in compagnia di Davide “Boosta” Dileo (partner Cantina Damilano e Acqua Sparea).
E poi sono tornate in libreria le Cartoline dai morti 2007-2017 (nottetempo) di Franco Arminio in un'edizione accresciuta e arricchita di testi inediti. L’incontro con il poeta, scrittore e «paesologo» è sabato 24 marzo, ore 21. I 150 ritratti, paradossali, ironici e fulminanti, sono un resoconto dei tanti modi di morire inviandoci brevi, asciutti messaggi da un posto sconosciuto.

 

LIBRI IN MUSICA.

Gino Castaldo racconta il Novecento attraverso le canzoni, da Nel blu dipinto di blu in poi. È Il romanzo della canzone italiana (Einaudi), giovedì 1 marzo, ore 21. Ma la musica italiana è anche rap e il Circolo dei lettori, dal 16 al 23 marzo, ospita gli incontri del Sottodiciotto Film Festival, dedicato ai ragazzi e ragazze delle scuole. Registi, rapper, produttori musicali, studiosi e docenti, si danno appuntamento per raccontare e documentare il fenomeno dell’hip hop in Italia. Sono attesi, tra gli altri Danno, Omar Rashid, Paola Zukar, Ensi, Willie Peyote, Rancore, Dutch Nazari ed Enrico Bisi.

Rock and resilienza. Come la musica insegna a stare al mondo (Mondadori Electa) è il nuovo libro di Paola Maugeri, martedì 27 marzo, ore 21, che nella sua lunga carriera ha incontrato molti dei maggiori protagonisti del rock e ora ci racconta come questi personaggi idolatrati e ammirati, non siano semidei ma persone normali che cercano nella musica la forza per ottenere risultati straordinari, spesso sfidando i propri limiti.

 

ATTRAVERSO LA STORIA LONTANA.

Qualcosa che ci portiamo dietro nella nostra storia personale, talvolta senza sapere il perché. Sono gli stereotipi, che lo speciale corso a cura di Laura Pigozzi e Francesca Bolino, vuole analizzare e smontare, per guidarci alla libertà di pensiero. Il primo incontro di Decostruire gli stereotipi, Padre, desiderio, separazione, è giovedì 1 marzo, ore 18 (€ 5 | Smart € 3 | Plus e Amici di ToSp gratuito).
Il giorno dopo, oggetto di discussione è la storia misteriosa dei sabba con Carlo Ginzburg e il suo Storia notturna (Adelphi), venerdì 2 marzo, ore 19. È un viaggio nel tempo, per scoprire le ragioni di un’ossessione intrecciata a credenze popolari a sfondo sciamanico. Con Roberto Beneduce.
E poi il commento a due voci, con Maurizio Ferraris e Jocelyn Benoist, di quel fondamentale movimento politico, sociale e filosofico nato nel XVIII secolo in Europa. È Che cos’è l’Illuminismo, venerdì 9 marzo, ore 15.
Il saggio della paleoantropologa Silvana Condemi e il giornalista scientifico François Savatier racconta la vera storia dell’uomo di Neandertal, che non era affatto un bruto, un antenato ottuso e animalesco dal quale ci saremmo in seguito evoluti noi. L’incontro intorno a Mio caro Neandertal (Bollati Boringhieri) è venerdì 9 marzo, ore 18. L’autore è in dialogo con Piero Bianucci.
Il giorno seguente, sabato 10 marzo, ore 18 è Guido Crainz a parlarci di Il sessantotto sequestrato (Donzelli) insieme a Anna Bravo e Nicole Janigro, Fabio Levi e Guido Viale, coordina Carmine Donzelli, storia di quei giovani intellettuali e rinnovatori impegnati per un «socialismo dal volto umano» che non trovarono il sostegno necessario.
A 40 anni dal rapimento, il Circolo dei lettori ricorda Aldo Moro con due appuntamenti venerdì 16 marzo. Alle ore 17, a raccontarne la storia è Gianni Oliva attraverso il suo Il caso moro (Edizioni del Capricorno), intervengono Gianmaria Ajani, Giorgio Benvenuto, Gianni Firera e Armando Spataro (a cura di associazione Vitaliano Brancati). Alle ore 21 protagonisti sono i testi, con Aldo Moro e dintorni 1978-2018, e la Lettura teatralizzata delle lettere dalla prigionia con Antonio Damasco (a cura di associazione Torino Crime Festival, in collaborazione con Rete dell'Oralità Popolare).

 

ATTRAVERSO LA STORIA VICINA.

È quella della letteratura, con l’attore Gabriele Lavia e il suo Se vuoi essere contemporaneo leggi i classici (Piemme) che, in dialogo con Paola Mastrocola, lunedì 5 marzo, ore 18, spiega come i grandi libri del passato possono tornarci molto utili.
E la storia, letteraria e psicologica, del concetto di pigrizia, che alcuni difendono e altri combattono, mercoledì 7 marzo, ore 18 con Gianfranco Marrone, per il ciclo Sentimenti al negativo a cura di doppiozero (€ 5 | Smart € 3 | Plus e Amici di ToSp gratuito).
Venerdì 9 marzo, ore 18 è la volta di Guido Corbò, ricercatore e docente universitario di fisica, porta Un fisico in salotto (Salani), testo divulgativo, privo di formule, scritto in uno stile semplice e comprensibile, per raccontare come la scienza sia presente dappertutto nella nostra vita quotidiana. Interviene Riccardo D'Auria.
Ma la storia è anche quella intima e personale, a parlarcene Duccio Demetrio, esperto di autobiografia, con La vita si cerca dentro di sé (Mimesis), mercoledì 14 marzo, ore 18 con Armando Buonaiuto.
Il tempo presente è fatto di Lavoretti (Einaudi) ed è Riccardo Staglianò a esaminarli, dalle occupazioni sottopagate di Uber, al mondo di Airbnb e tutte le altre piattaforme che camuffano le loro miserie dietro al racconto della modernità, rischiando di consegnarci un futuro senza welfare. L’incontro è mercoledì 14 marzo, ore 21 (in collaborazione con Scuola di Management ed Economia Torino), con Juan Carlos De Martin.
E poi le elezioni politiche, a undici giorni dal voto: i Risultati e scenari dopo le elezioni è la tavola rotonda con Lorenzo Pregliasco e Sarah Varetto di giovedì 15 marzo, ore 21 (in collaborazione con YouTrend).
Un altro dei grandi protagonisti del nostro tempo è ricordato al Circolo dei lettori, sabato 17 marzo, ore 9.30. L’incontro a più voci In memoria di Stefano Rodotà si intitola Una vita per i diritti, partecipano Guido Calabresi, Antonio Gambaro, Alberto Lucarelli, Maria Rosaria Marella, Alessandra Quarta, Michele Spanò, Relja Lukic al violoncello e Gustavo Zagrebelsky al piano.

Sabato 24 marzo, ore 11 cominciano gli appuntamenti firmati da Il Post, mattinate di lettura dei quotidiani, insieme a Luca Sofri. È I giornali, letti bene, speciale rassegna stampa in cui il direttore del giornale online, insieme a ospiti e giornalisti, commenta le notizie del giorno e il modo in cui vengono raccontate, svelando meccanismi e tic divertenti dell'informazione. I prossimi sono sabato 7 aprile, ore 11 e sabato 21 aprile, sempre ore 11.

Poliamore è una delle Parole del contemporaneo, la terza analizzata nel ciclo a cura di doppiozero. Giovedì 29 marzo, ore 18.30 la lectio di Marta Dore affronta il neologismo che – secondo Wikipedia – “esprime il concetto di amori multipli. L'ideale di una relazione poliamorosa è di avere una relazione sentimentale e/o sessuale onesta con più partner nello stesso periodo” (€ 5 | Smart € 3 | Plus e Amici di ToSp gratuito).
Ma la storia del presente si legge soprattutto sui social network, in continua evoluzione. Chi meglio di un’influencer come Petunia Ollister, che – unendo libri e leccornie, abbinando colori e forme – racconta ogni giorno su Instagram storie variopinte, può condurre il pubblico alla scoperta di inattesi racconti?
Al Circolo dei lettori è tempo di Talk on the table per tre sabati di marzo, il 3, 10, 17, ore 10.30, incontri a più voci su temi differenti, le Colazioni d’autore (Slow Food Editore), libro che raccoglie le foto e storie della protagonista, e poi la fantascienza, e a seguire Margaret Atwood, da scoprire da un punto di vista diverso. 

 

 

 

www.circololettori.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop