Torino News

TORINO, 30 May 2018

Teatro Festival delle Colline Torinesi 23 edizione giugno 2018

Fondazione TPE - Teatro Piemonte Europa e Festival delle Colline Torinesi

festival_delle_colline_torinesi_23_edizione_giugno_2018_news_torino_torino_piemonte
Condividi

La Fondazione TPE - Teatro Piemonte Europa, diretta da Valter Malosti, e il Festival delle Colline Torinesi - Torino Creazione Contemporanea, diretto da Sergio Ariotti e Isabella Lagattolla, si affiancano, nel 2018, per sviluppare una politica di valorizzazione della nuova scena teatrale e della drammaturgia contemporanea. Un lavoro nato per esplorare e far conoscere i nuovi linguaggi della scena, per favorire la creazione e la contaminazione tra le arti, per presentare i protagonisti emergenti del teatro italiano e straniero, per meglio posizionare stagioni e festival in ambito europeo anche con produzioni o coproduzioni e facendo parte attivamente di prestigiose reti internazionali. Venerdì 1 e sabato 2 giugno, ore 18

Teatro Astra, Torino

PETER PAN GUARDA SOTTO LE GONNE

Trilogia sull'Identità - capitolo I The Baby Walk

Una trilogia sull'identità di genere e sul rapporto tra le generazioni che riflette con sconcertante sincerità l'esperienza dell'emergente Liv Ferracchiati, ma sviluppa anche una sua lucida e consapevole visione del mondo.  Un transgender nelle relazioni affettive e sociali, nella cultura, nella politica.

Venerdì 1 e sabato 2 giugno, ore 20

Teatro Astra, Torino

STABAT MATER

Trilogia sull’Identità - capitolo II The Baby Walk

UN ESCHIMESE IN AMAZZONIA

Venerdì 1 e sabato 2 giugno, ore 22

Teatro Astra, Torino

UN ESCHIMESE IN AMAZZONIA

Trilogia sull’Identità - capitolo III The Baby Walk

GIULIO CESARE. PEZZI STACCATI 

Sabato 2, domenica 3 giugno ore 18 e ore 20

Fondazione Merz, Torino

GIULIO CESARE. PEZZI STACCATI

Intervento drammatico su W.Shakespeare

Romeo Castellucci/Socìetas

Un intervento performativo che ripropone, in un'evocazione per frammenti, lo straordinario spettacolo di Romeo Castellucci del 1997. Una riflessione sul potere e sulla violenza della retorica politica (tre monologhi, due dei quali tratti dal primo atto della tragedia di Shakespeare) presentata attraverso l'esercizio estremo della voce.  Protagonista assoluto è l'interno stesso del corpo, dove la parola si forma. 

Domenica 3 giugno ore 22

Café Muller, Torino I LIBRI DI OZ Fanny & Alexander

Una serata a soggetto nella quale Chiara Lagani ci porta a riflettere sul tema del viaggio, attraverso la storia di Dorothy a partire da Il meraviglioso mago di Oz, in cui un tornado - inarrestabile come le guerre e le carestie di oggi - trasporta lontano dal Kansas la fattoria della (miracolosamente illesa) giovane protagonista. 

Martedì 5 ore 20, mercoledì 6 giugno, 22

Teatro Astra, Torino

LATE NIGHT Blitz Theater Group

versione originale in lingua greca con soprattitoli

In un'Europa devastata dalle guerre, tre uomini e tre donne danzano senza sosta in una sala da ballo piena di macerie. Giungono notizie di bombardamenti e nuove barbarie ma quegli uomini e quelle donne non cessano di ballare, forse di resistere. Come un melodramma creato da Blitz theatre Group in uno dei periodi più critici della storia greca recente. 

Martedì 5 giugno ore 22

Lavanderia a Vapore, Collegno

RITRATTO DI DONNA ARABA CHE GUARDA IL MARE

Lab 121

Un europeo in una città del Nord Africa incontra una giovane donna. Sembra volerla amare ma lei rifiuta il ruolo di preda. Poi tutto si rovescia, ed è la donna a condurre il gioco. La lingua araba è per entrambi la lingua delle emozioni, il francese quella della ragione. Un finale ambiguo corona quest'esercizio drammaturgico di Davide Carnevali sull'idea del tragico nella contemporaneità, forse sui presupposti incompresi degli scontri di culture. 

Mercoledì 6, ore 20, giovedì 7 giugno ore 22

Casa Teatro Ragazzi, Torino

Prima nazionale 

VIENI SU MARTE VicoQuartoMazzini

Una giovane compagnia ci racconta la partenza di una delle migrazioni più iperboliche, quella sul Marte, e di una missione (forse impossibile?) che dovrebbe portare l'umanità a chiamare "casa" il pianeta rosso. Il tutto è liberamente ispirato a Cronache Marziane di Ray Bradbury.

Giovedì 7 e venerdì 8 giugno, ore 22

Fonderie Limone, Moncalieri Prima nazionale

PLATONOV/ COMMEDIA SENZA PADRI

Il Mulino di Amleto

Platonov è uno dei primi testi di Anton Cechov che anticipa, attraverso le vicende del suo protagonista e della società in “equilibrio precario” che lo circonda, i grandi temi dei suoi drammi della maturità. Lo spettacolo de Il Mulino di Amleto nasce dal desiderio di creare un corto-circuito tra le parole di Cechov e la ricerca di un rapporto intimo tra attori e spettatori. 


Venerdì 8 giugno, ore 20

Café Muller, Torino

NIKOLA TESLA/A PORTRAIT NeedTeatro

Una lettura scenica di un giovanissimo pensata come un ritratto teatrale indaga (in endecasillabi) sulla vita del grande e sfortunato scienziato serbo naturalizzato americano che ha posto le basi di alcune delle più importanti innovazioni del XX e del XXI secolo, dalla comunicazione senza fili alla moderna elettricità. In scena anche una vera bobina che genera fulmini. 

Da venerdì 8 a domenica 10 e da venerdì 15 a mercoledì 20 giugno, ore 21 Caffè Elena, Torino

DICKINSON'S WALK

Undicesima parte di Interior Sites Project

Cuocolo Bosetti / IRAA Theater

La Dickinson si rinchiudeva in una stanza della casa paterna, Roberta Bosetti libera le parole della poetessa americana nelle piazze e nelle strade di una città, camminando. Dice versi e stralci di lettere. Un piccolo viaggio reale (che comincia in Piazza Vittorio) e uno mentale, condivisi dagli spettatori. 

Sabato 9 e domenica 10 giugno, ore 20

Casa Teatro Ragazzi, Torino

Prima nazionale

LA BUONA EDUCAZIONE

Piccola Compagnia Dammacco

durata 70'

In questo terzo passo della Trilogia sulla Fine del Mondo Mariano Dammacco e Serena Balivo, premio Ubu 2017 come migliore attrice under 35, si interrogano su quali sono i valori, i principi, le idee che oggi vengono trasmesse da un essere umano all'altro e sul significato più profondo della memoria.

Sabato 9, ore 22 e domenica 10 giugno, ore 18

Teatro Astra, Torino Prima nazionale

SUMMERLESS

Mehr Theatre Group

spettacolo in lingua farsi con soprattitoli in italiano

Il regista iraniano e la sua compagnia ritornano al Festival con uno spettacolo (in seconda rappresentazione europea) che mette in scena il rapporto tra le nuove generazioni - desiderose di scoprire il mondo e vivere in una società diversa - e i loro padri, ormai adattatisi ad un sistema pervasivo di controllo. Uno spettacolo fondamentale per capire le trasformazioni attuali della società iraniana.

Martedì 12, ore 19.30; mercoledì 13, ore 20.45; giovedì 14, ore 19.30; venerdì 15, sabato 16, domenica 17 giugno, ore 18.00 Teatro Gobetti, Torino

Prima nazionale

ROBERTO ZUCCO Teatro Stabile Torino

SPETTACOLO FUORI ABBONAMENTO

Licia Lanera, personalità di spicco della nuova scena italiana, dirige gli attori neo-diplomati della scuola del Teatro Stabile di Torino confrontandosi con l'ultima pièce scritta da Bernard-Marie Koltès. Essa ricostruisce la vicenda di un serial killer che, dopo l’omicidio dei genitori, diventa lupo solitario. Un eroe contraddittorio della mitologia del sommerso. 

Martedì 12 e mercoledì 13 giugno, ore 20

Teatro Astra, Torino

BIRDIE

Agrupación Señor Serrano

Versione originale con soprattitoli in italiano

La compagnia catalana racconta la storia contemporanea delle migrazioni senza indulgere a luoghi comuni. In scena ci sono duemila animali in miniatura, varie telecamere che li riprendono, c'è una fotografia di un campo da golf a Melilla con  migranti che occhieggiano (un inatteso al pari dell'omicidio di Blow Up), sequenze del film di Hitchcock Uccelli. Come Melanie era terrorizzata dai volatili, così lo siamo dai migranti, ci suggeriscono con ironia Alex Serrano e soci. 

Da martedì 12 a venerdì 15, ore 22, sabato 16 giugno ore 20 Superbudda, Torino Prima nazionale

CAUSA DI BEATIFICAZIONE

Sulle tracce dei testi di alcune mistiche e dei processi di beatificazione Massimo Sgorbani crea tre personaggi femminili. Uno situato nelle profondità del medioevo, una prostituta di Pristina durante la guerra dei Balcani e una kamikaze palestinese realmente vissuta. Nell'incipit delle tre storie la violenza o l'emarginazione. Un comun denominatore l’anelito alla maternità. 

Giovedì 14 e venerdì 15 giugno, ore 20

Casa Teatro Ragazzi, Torino Prima nazionale

OH NO, SIMONE WEIL!

Nella terza tappa della sua "Trilogia della Ragione" Milena Costanzo dopo Emily Dickinson e Anne Sexton affronta Simone Weil, atleta dell'anima, consapevole dell'impossibilità a ridurla personaggio teatrale. Perciò l'attrice compare in scena con sulle spalle un enorme, simbolico, zaino da escursionista. Grande ma non capace di contenere tutto. Uno zaino che sembra alludere anche ai tanti viaggi reali e intellettuali della teologa, filosofa, scrittrice francese


Da venerdì 15 a mercoledì 20 giugno, ore 21 Caffè Elena, Torino DICKINSON'S WALK

Undicesima parte di Interior Sites Project

Cuocolo Bosetti / IRAA Theater

La Dickinson si rinchiudeva in una stanza della casa paterna, Roberta Bosetti libera le parole della poetessa americana nelle piazze e nelle strade di una città, camminando. Dice versi e stralci di lettere. Un piccolo viaggio reale (che comincia in Piazza Vittorio) e uno mentale, condivisi dagli spettatori.


Sabato 16 ore 22 e domenica 17 ore 20 Teatro Astra, Torino EMPIRE

versione originale in arabo, greco, curdo, romeno con soprattitoli in italiano

Un resoconto di viaggi nel quale quattro migranti e al contempo  attori professionisti raccontano la loro odissea davanti ad una telecamera, seduti in una vecchia cucina. Un’emozionante performance la loro, per non dimenticare pagine dolorose della storia recente. Con l'intreccio delle narrazioni Milo Rau costruisce uno straordinario affresco teatrale.

Domenica 17, ore 22 e lunedì 18 giugno, ore 20

Fonderie Limone, Moncalieri

MACBETTU Teatro di Sardegna

versione originale in sardo con sovratitoli in italiano

Premio Ubu 2017 come migliore spettacolo dell’anno, Macbettu propone l’opera nella più pura tradizione elisabettiana. In scena ci sono solo uomini. Ma la cornice non è la Scozia medioevale, bensì una Sardegna arcaica. La riscrittura da Shakespeare di Alessandro Serra è stata tradotta in "limba sarda" da Giovanni Carroni.  In un canto che elude ogni letterarietà.


Martedì 19 giugno, ore 20 Café Muller, Torino 

ARTEMY. Una lettura scenica che ricostruisce un viaggio in treno nella notte, nella campagna russa, con ricordi che affiorano via via. Un viaggio metafora della vita. Simone Carella firma questo testo inedito selezionato al Premio Colline di Torino e presentato, in fase di creazione, al Garofano Verde - Scenari di teatro omosessuale.

Mercoledì 20 e giovedì 21 giugno, ore 20 Teatro Astra, Torino Prima assoluta DIALOGHI CON LEUCÒ

Il Mistero, La Belva, La Madre, L'uomo-lupo, Il Diluvio, Gli Dei. Lettura scenica dal libro di Cesare Pavese

Un originale studio intorno al mondo di Cesare Pavese che trae spunto dai Dialoghi con Leucò, singolare rilettura dei miti greci. Una riflessione, una prima tappa, sul destino degli uomini, tradotta in scena da Silvia Costa, con l’attenzione che le è consueta alla contaminazione dei linguaggi.

Venerdì 22 giugno, ore 20 Teatro Astra, Torino

BIRD/OSSERVATORIO ANTEPRIMA BluCinque

Protagonista di questo spettacolo è un danzatore-acrobata alle prese con attrezzi circensi e in dialogo con la musica e una telecamera. La ricerca della libertà, l'idea contraria di gabbia, la voglia e l'impossibilità di volare sono concetti base del lavoro progettato e coreografato da Caterina Mochi Sismondi.

Venerdì 22 giugno, ore 22 Lavanderia a Vapore, Collegno AIACE

Una riscrittura contemporanea della tragedia di Sofocle che sottolinea l'impotenza dell'uomo di fronte alle trasformazioni del mondo e dei rapporti sociali, che indaga il suo rifiuto espresso uccidendosi. Un Aiace, interpretato dall’attore ivoriano Abraham Kouadio Narcisse, che diventa centauro dopo la morte.

 

Biglietti interi € 16.00 / ridotti € 11.00 / online € 11.00 + pr; 3 ingressi € 27.00; 6 ingressi € 51.00; riduzioni: under 26, over 60, universitari, associazioni e Cral convenzionati, Abbonamento Torino Musei, Torino+Piemonte card, abbonati TPE, abbonati Teatro Stabile Torino, Carta Stabile, abbonati Piemonte dal Vivo, disabili. www.vivaticket.it festivaldellecolline.it Info Teatro Astra tel. 011 5634352 

Infopiemonte – Torinocultura via Garibaldi 2, Torino


PROGRAMMA COMPLETO www.festivaldellecolline.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop