Torino News

TORINO, 14 September 2018

Varie DANCING PARADISO venerdì 14 settembre alle 20.30, al Cinema Massimo

Glocal Doc / Il cinema del reale in Piemonte

dancing_paradiso_venerdi_14_settembre_alle_20_30_al_cinema_massimo_news_torino_torino_piemonte
Condividi
Indicazioni di contatto
Cinema Massimo Torino
Via Giuseppe Verdi,18
Torino 
011 8138 574   Link al sito 

La nuova stagione cinematografica dall’Associazione Piemonte Movie si apre con la proiezione di Dancing Paradiso di Max Chicco, per il ciclo di incontri sul documentario regionale Glocal Doc / Il cinema del reale in Piemonte, realizzato in collaborazione con Museo Nazionale del Cinema e Film Commission Torino Piemonte.

 

In programma venerdì 14 settembre alle 20.30, al Cinema Massimo (Via Verdi 18 Torino - Ingresso 6/4€), il documentario del regista torinese e prodotto dalla casa torinese Meibi racconta del Dancing Paradiso, sala da ballo aperta negli anni Settanta a Basta di Mondovì (Cn). Una storia di provincia - quella italiana che negli anni Settanta conosceva un improvviso benessere e i suoi abitanti volevano sperimentare la modernità - in cui Paola è la protagonista assoluta, matrona di un mondo notturno al quale il Dancing Paradiso e la sua proprietaria offrivano improvvisamente accesso.

 

L’omonimo film Dancing Paradiso (IT, 2018, 36’), presentato in sala dal regista con il co-autore Fulvio Gatti e il presidente dell’Associazione Piemonte Movie, Alessandro Gaido, è anch’esso uno spazio di possibilità. Possibilità di rivivere ancora una volta quel luogo e le vite che vi sono passate attraverso con immagini in super8 e materiale recente che, grazie a un lavoro di ricostruzione e documentazione lungo dieci anni, prendono ora forma per il pubblico.

 

Un pubblico che toccare la leggerezza e l’entusiasmo di chi volendo “Rendere felici le persone” ha fatto del Dancing Paradiso il suo regno, di cui era regina e prigioniera al tempo stesso. “Le espressioni che Paola utilizza per definirsi donna finalmente libera” riflette il regista Max Chicco “alle nostre orecchie descrivono la realtà di soggiogazione femminile e bieco maschilismo che le campagne italiane faticavano a lasciarsi alle spalle, nei primi anni di “modernità”. Ma lasciano spazio a un dubbio: sarà forse che, spinta dal politically correct e dalle isterie collettive, la nostra società ha irrimediabilmente perso la sua leggerezza?

 

Per informazioni: www.piemontemovie.com

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop