Torino News

TORINO, 06 November 2018

Varie Marco Minniti - Sicurezza è libertà (Rizzoli) Circolo dei lettori, Torino Martedì 13 novembre, ore 18

Con Maurizio Molinari, direttore La Stampa

marco_minniti_sicurezza_e_liberta_rizzoli_circolo_dei_lettori_torino_martedi_13_novembre_ore_18_news_torino_torino_piemonte
Condividi
Indicazioni di contatto
IL CIRCOLO DEI LETTORI Torino
Via Conte Giambattista Bogino,9
Torino 
011 432 68 27  Link al sito  E-mail

Marco Minniti, già Ministro dell’Interno nel governo Gentiloni, in carica dal 12 dicembre 2016 al 1º giugno 2018, porta al Circolo dei lettori il saggio Sicurezza è libertà (Rizzoli), martedì 13 novembre, ore 18 in dialogo con il direttore di La Stampa Maurizio Molinari, dove affronta i temi del terrorismo e dell’immigrazione e propone strategie per difendersi dalla fabbrica della paura.

 

«La differenza tra la sinistra e il nazionalpopulismo – spiega Minniti – consiste proprio in questo: la sinistra ascolta, mentre i populisti fanno finta di ascoltare, quando invece il loro unico obiettivo è di tenere incatenata la gente alle proprie paure.» Parte da questa convinzione la riflessione dell’ex inquilino del Viminale, da oltre vent’anni ai vertici degli apparati di sicurezza e di intelligence del nostro Paese. Anni fondamentali e difficilissimi, in cui si è trovato a gestire, in particolare nei sedici mesi da Ministro dell’Interno, eventi epocali di portata internazionale, come la forte ondata migratoria successiva alle primavere arabe, il consolidamento dello Stato islamico e la stagione dei feroci attacchi terroristici in territorio europeo, la crisi libica con le sue ancora attuali conseguenze. E poi, sul versante interno, l’emergenza sicurezza nelle grandi città, la lotta alla criminalità organizzata, il caso emblematico di Ostia e di altri comuni sciolti per infiltrazioni mafiose.

 

Secondo Minniti non è possibile garantire la sicurezza rinunciando alla libertà: barattare la seconda in cambio della prima significa innalzare pericolose barriere, dimenticando che la connessione del mondo è ormai irrefrenabile. L’idea del confine come separazione dagli altri crea società chiuse. Sull’onda dei nazionalpopulismi, l’unità europea, che ci ha garantito settant’anni di pace, è a rischio di estinzione. E questo potrebbe essere l’inizio di molti drammatici danni. Un salto nel buio che non ci possiamo permettere.

 

Calabrese classe 1956, è laureato in Filosofia all’Università di Messina e ha cominciato la sua attività di militante di sinistra nel FGCI. Deputato nella XIV, XV e XVI Legislatura, è stato eletto Senatore nella XVII, è stato fondatore e presidente della fondazione Intelligence Culture and Strategic Analysis (Icsa), centro di analisi ed elaborazione culturale che tratta i temi della sicurezza, della difesa e dell’intelligence, che ha lasciato nel 2013 prima di assumere l’incarico di Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio - Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica. Prima dell’incarico attuale di Ministro dell’Interno, è stato Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio nel primo Governo D’Alema, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio con delega ai servizi per le informazioni e la sicurezza nel secondo Governo D’Alema, coordinatore del Comitato interministeriale per la ricostruzione dei Balcani all’epoca della crisi del Kosovo, Sottosegretario di Stato alla Difesa nel secondo Governo Amato, Vice Ministro dell’Interno nel secondo Governo Prodi e Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio – Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica nel Governo Letta e nel Governo Renzi.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop