Torino News

TORINO, 08 November 2018

Teatro CONCETRICA IN CENTRO Torino venerdì 16 e sabato 17 novembre 2018

Docks Dora e Polo del 900

concetrica_in_centro_torino_venerdi_16_e_sabato_17_novembre_2018_news_torino_torino_piemonte
  MaMiTò. Photo Credit Nicolò degli Incerti Tocci
Condividi

Il secondo fine settimana della VI edizione di Concentrica in centro si apre venerdì 16 ai Docks Dora con un doppio appuntamento: alle 19.30 in scena Stratr*ia di ORTIKA. Uno spettacolo che a partire da terribili materiali della realtà propone un’indagine sul corpo femminile e sul potere, uno spogliarello della società sui temi della misoginia e della violenza. Alle 21, la prima regionale di Nessuna pietà per l’arbitro degli emiliani MaMiMò: intorno ad una partita di basket una famiglia si allea, si accalora, collabora trasformando le situazioni conflittuali in conflitti di natura etica ed esistenziali. Fra un tiro a canestro e il dialogo diretto con il pubblico un teatro capace di mettere al centro i temi civili restando ironico.

Accanto a circo e teatro, spazio anche per la danza: sabato 17 novembre negli spazi del Polo del ‘900 la compagnia italo francese MAXIME & FRANCESCO presenta Chenapan. Liberamente ispirato ai comici Stanlio ed Ollio ed ai personaggi beckettiani Estragone e Vladimiro, il lavoro desidera porre l'attenzione sugli importanti cambiamenti sociali che vedono il progressivo smantellamento delle dinamiche di relazione.

 

Concentrica è l’occasione per scoprire il meglio della produzione performativa indipendente ed emergente, un contenitore di idee per entrare in contatto con diverse forme di messa in scena e con le tematiche più attuali del sistema dello spettacolo dal vivo italiano, in un’atmosfera resa ancora più partecipativa e conviviale dagli Apericentrici, appuntamenti durante i quali prima di ogni spettacolo sarà possibile bere un drink, gustare qualche stucchino e ascoltare le musica di Andrea Gattico e Lucio Villani.

 

La rassegna è anche un contenitore di idee e di approfondimento con opportunità di riflessione sulle tematiche più attuali dello spettacolo dal vivo. Un momento di crescita per il giovane pubblico grazie all’Osservatorio dei Giovani. Nell’edizione di quest’anno sarà ospitato RAGGIO CRITICO, un workshop di visione e scrittura, a cura di Teatro e Critica, che seguirà tutti gli eventi di Concentrica tramite la realizzazione di un giornale quotidiano, pubblicato sul sito teatroecriticalab.wordpress.com e diffuso attraverso i principali social.



venerdì 16 novembre 2018 ore 19.30
Docks Dora | Via Valprato 68
 
prima regionale
 
Ortika
STRATR*IA 
storia di un paese
 
teatro
 
ideazione e regia Alice Conti
testo Chiara Zingariello
luci, scene, audio e video mapping Alice Colla
in scena Alice Conti
uno spettacolo di ORTIKA
con la complicità di Pop Torino, Evoé!Teatro Rovereto, UOT Parma, LAB121 Milano, Sala Ichòs Napoli, Teatro della Contraddizione Milano, Teatro della Caduta Torino
 
Finalista Premio Giovani Realtà del Teatro 2017
La piccola comunità di Troiaio viene sconvolta dalla scomparsa della ragazza S. O almeno questo è ciò che affermano i suoi stimati concittadini dal pulpito di un pubblico spettacolo o di un pubblico processo. In scena sfila una serie di personaggi maschili che racconta e descrive la ragazza. Come un prisma l’immagina di S. è però sempre diversa, sempre quella che chi parla vuole rimandare: lasciva, pericolosa e inafferrabile.
Stratr*ia racconta di un corpo femminile che è sempre stato definito dall’esterno. Modellato, vestito, svestito, penetrato e lacerato fino a non essere più corpo: un simbolo incarnato di un'identità. Ora quel corpo – cavallo di Troia – non si trova più.
Lo spettacolo parte da terribili materiali della realtà - gli atti di processo per stupro, la retorica della “follia d’amore” nei femminicidi, i grumi del linguaggio – per proporre un’indagine sul corpo femminile e sul potere, uno spogliarello della società sui temi della misoginia e della violenza.


 
venerdì 16 novembre 2018 ore 21
Docks Dora | Via Valprato 68
appuntamento in collaborazione con Café Müller
 
prima regionale
 
MaMiTò
NESSUNA PIETÀ PER L'ARBITRO
 
teatro
 
di Emanuele Aldrovandi
con Filippo Bedeschi, Luca Mammoli, Federica Ombrato, Alessandro Vezzani
regia Marco Maccieri e Angela Ruozzi
scene Antonio Panzuto
disegno luci Silvia Clai
costumi Rosa Mariotti
con la consulenza scientifica del prof. Marco Giampieretti
produzione Centro Teatrale MaMiMò
 
Spettacolo vincitore In-Box 2018
Una società post-ideologica in cui sembra sempre più difficile riuscire a scegliere in base a principi di valore. Una famiglia che vive per il basket e che versa in precarie condizioni economiche ed emotive. Il padre, storico, ricercatore universitario, mille euro al mese, sta preparando un discorso per la celebrazione del 2 giugno, anniversario della Repubblica italiana, ma difficilmente riuscirà a scriverlo. La madre, in dolce attesa e per questo sul punto di perdere il lavoro, incoraggia il marito a scrivere il discorso convinta che sia un modo per avere successo e far quadrare i bilanci familiari. Il figlio, disoccupato, a rischio neet, gioca a basket e ha dei seri problemi di gestione della propria collera. L’arbitro, di mestiere fa colloqui di lavoro e per hobby dirige partire di basket. Ed è proprio contro la sua figura, dopo una partita rissosa, che la famiglia si allea, si accalora, collabora, si accanisce, trasformando le situazioni conflittuali in conflitti di natura etica ed esistenziale. La questione “Arbitro” diventa strumento per sviluppare sulla scena, attraverso il meccanismo dello straniamento e il dialogo diretto con il pubblico, temi civili quali individualismo/bene comune, potere/anarchia, legge/libertà, idealismo/utilitarismo.
Tutto questo, passando da De Gasperi a Michael Jordan, da Togliatti a LeBron James, tra principi fondamentali e qualche tiro a canestro.
Photo Credit Nicolò degli Incerti Tocci
 
sabato 17 novembre 2018 ore 21
Polo del 900 | Via del Carmine 14
appuntamento in collaborazione con Fondazione Piemonte e Polo del 900 
+ concentrica in giro
domenica 11 novembre 2018 ore 21
Festival Testimonianze Ricerca Azioni – Teatro Akropolis - Genova
Cie MF | Maxime & Francesco 
CHENAPAN
 
danza
 
di e con Francesco Colaleo, Maxime Freixas,

ideazione Francesco Colaleo

musica Vincenzo Pedata

in co-produzione con la compagnia Artemis Danza/Monica Casadei, Parma

in collaborazione con Anghiari Dance Hub
, Magic T, Capotrave Kilowatt
Chenapan è un progetto artistico che intende mettere in scena i giochi di una volta, generando nel pubblico un forte processo di riconoscimento. L'obiettivo primario è quello di sensibilizzare su una dimensione di contatto e di gioco che si sta perdendo a causa del continuo condividere virtualmente e non fisicamente. Liberamente ispirato ai comici Stanlio ed Ollio ed ai personaggi beckettiani Estragone e Vladimiro, il lavoro pone l’attenzione sugli importanti cambiamenti che vedono il progressivo smantellamento delle dinamiche di relazione. Nutrito da un forte sentimento di nostalgia, lo scopo primario di Chenapan è distrarre per divertirsi, senza superficialità ma con attenta leggerezza.
 
Lo spazio scenico è un cantiere a vista, che si trasforma sotto gli occhi degli osservatori. Gli atti creativi si esprimono semplici, così come sono, in quadri vivaci di intenzioni: nessun supporto tecnologico, ma soltanto i corpi e le loro curiosità irrefrenabili. Giochi a corpo libero tra campane, guardie e ladri, lupi mangia frutta, streghe tocca colore, mikado giganti, mosche cieche e nascondigli segreti. In questo universo dalle spontanee visioni, esiste la corda ed il suo tentativo eterno di creare portali magici, ovali nello spazio. In un turbinio accelerato di immagini, al centro una pignatta, scrigno segreto delle tentazioni più dolci. Tutti conoscono la storia di Hansel e Gretel ed hanno imparato la lezione: "mai accettare caramelle dagli sconosciuti"
 
 
 
___________________________________________________
Concentrica, il luminoso satellite che orbita attorno al pianeta spettacolo con appuntamenti che spaziano dal teatro al circo, dalla danza contemporanea agli eventi a cura de La Caduta, dopo le anteprime delle scorse settimane arriva finalmente in città con CONCENTRICA IN CENTRO dall’8 al 17 novembre, mentre si espande in tutto il Piemonte con il programma CONCENTRICA IN GIRO dal 9 novembre 2018 al 5 aprile 2019.
 
Giunta alla sua VI edizione, la rassegna propone un modello di condivisione di scelte artistiche fra diverse realtà attive sul territorio piemontese, capace di proporre un panorama multidisciplinare che ha come obiettivo non solo la conquista di nuovi e sempre più ampi pubblici, ma anche quello di innescare nuovi sistemi distributivi trasparenti e sostenibili. In questa edizione sono sedici i titoli ospitati (rispetto ai quattordici dello scorso anno): teatro, danza, cinema e circo per uno sguardo sempre più allargato e per una vera attitudine multidisciplinare. 


BIGLIETTI PER TORINO

 

Spettacolo: 12 euro

ABBONAMENTO PER TUTTI GLI SPETTACOLI A TORINO:

6 spettacoli: 60 euro

RIDUZIONI:

Ridotto: 10 euro*

Minori di 18 anni: gratuito

*studenti, tesserati Teatro della Caduta, abbonati alle stagioni dei teatri coinvolti, convenzioni.

 

INFORMAZIONI

 

www.rassegnaconcentrica.com

info@rassegnaconcentrica.net

tel. 011 060 60 79

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop