Torino News

TORINO, 20 March 2019

Mostre Sebastian Fierro Collection of what is not 21 marzo – 11 maggio 2019 LUCE GALLERY Torino

Orari di apertura: dal martedì al venerdì 15.30/18.30

sebastian_fierro_collection_of_what_is_not_21_marzo_11_maggio_2019_luce_gallery_torino_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Luce Gallery presenta la mostra personale dell'artista colombiano Sebastian Fierro.

In Collection of what is not l'artista espone per la prima volta in Europa una serie di nuovi dipinti frutto del lavoro di circa un anno mezzo, svolto nel suo studio in Bogotà dove vive e lavora. 

L'artista afferma che dipingendo è possibile introdurre un elemento di remoto o insostenibile dentro ad una piccola cornice. La visione del dipinto come contenitore permette quindi all'artista possibilità istintive nella costruzione dei paesaggi o delle nature morte, portandoli in un singolo sistema autobiografico costruito dalla memoria personale.

L' agglomerato di tratti di pittura arricchiscono le informazioni ed ogni elemento nel dipinto rappresenta un fenomeno fisico che caratterizza l'esistenza del dipinto.

 

Mosso da fame onnivora, ora fermo.

Da questo punto di vista, uno sguardo dal nulla.

In un universo incalcolabile, spargo fango colorato su superfici piatte,

solo per soppesare quanto più vasto quel non si vede sia rispetto a quello che si vede.

Poi, nessuna riduzione della forma è necessaria, dacché il silenzio è presente quando si incarna rumorosamente.

Qui, voglio esplorare un’idea di rappresentazione non terminale, ma consapevole della morte, che possa essere aggiunta all’essenza della pittura.

Prima di tutto, suppongo che un compito legittimo della pittura sia quello di indagare i propri limiti espandendo la nostra percezione. Questo è il teatro nel teatro dove tutti possiamo condividere un concetto di natura.

In secondo luogo, la mia idea di rappresentazione è un’oscillazione tra la spensierata fattualità del mondo naturale e la cosiddetta addomesticazione civilizzata dello stesso. Un sistema di interazioni fluttuante, un rapporto tra ordine e disordine. Un motore termico non-lineare.

In questo, introduco il sé. Come per tentare di ritrarre una percezione, di ritrarre uno stato mentale permettendo all’altro di interrogarsi e scambiare esperienze di pensiero.

Se non c’è mai un momento in cui io mi possa cogliere senza una percezione, e se non c’è mai altro che io possa osservare se non la percezione, allora la mia ricerca è certa.

Il sé e la superficie piatta sono ambedue contemporaneamente soggetto e oggetto. La coscienza incarnata.

Né eroi, né miti. Né storie da nascondere.

Rigurgitato e gradito, ogni discorso visivo opera con i linguaggi della figurazione, il colore e la composizione, per affrontare questioni di carattere epistemologico.

Qui, solo le apparenze sono vere. Pensiero e azione in uno.

 

 

 

Sebastian Fierro è nato nel 1988 a Bogotà, Colombia.

Tra le sue mostre personali ricordiamo: From afar, Chamber of Commerce, Medellín; Mercury before the sun, Instituto de Visión, Bogotá; A fragment from Constable, La Central Art Gallery, Bogotà.

Tra le sue mostre collettive ricordiamo: An uncanny order, Jessica Silverman Gallery, San Francisco; Within and across geographies, MAMM, Medellin; New Apertures, Colsubsidio Art Museum, Bogotá; One Year Collective, Salon Communal, Bogotá; Languages on Paper, El Museo Gallery, Bogotá; After all, Bank of the Republic Art Museum, Bogotà.

 

 

 

 

 

LUCE GALLERY
Largo Montebello 40

10124 Torino, Italia

www.lucegallery.com // info@lucegallery.com

Orari di apertura: dal martedì al venerdì 15.30/18.30

 

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop