Torino News

TORINO, 30 June 2019

Mostre LA SCELTA DI GIULIO. Giulio Boetto: viaggio di un paesaggista nel secolo che distrusse il paesaggio | Museo Accorsi-Ometto | Torino

Dal 4 luglio al 15 settembre 2019

la_scelta_di_giulio_giulio_boetto_viaggio_di_un_paesaggista_nel_secolo_che_distrusse_il_paesaggio_museo_accorsi_ometto_torino_news_torino_torino_piemonte
Condividi
Indicazioni di contatto
Museo Accorsi - Ometto
Via Po,55
Torino 
011. 837.688 interno 3  Link al sito 
Giulio Boetto nacque nel 1894 Torino, ma a trent’anni trasferì la propria ricerca ai piedi del Monviso, lasciandosi alle spalle la fama che Torino
gli aveva già tributato e il vorticoso dibattito sulle Avanguardie.
Tra la fine della Grande Guerra e gli anni ’50, è uno dei più proficui e virtuosi interpreti della vita e del paesaggio piemontese (con cruciali
incursioni in quello svizzero, romano, veneziano e ligure). Forte di una tecnica straordinaria - che lo distacca, nei suoi lavori migliori, da altri
autori italiani dello stesso periodo - realizza anche numerosi ritratti di notevole fattura.
Oltre che valente ritrattista, fu paesaggista ispirato da alpeggi e montagne, pascoli e mercati, scene di paese e di piazza. Colpito nel 1951 anni
da un grave ictus, dovette interrompere la pittura per un biennio.
Morì a Torino nel 1967. È sepolto nel cimitero di Revello.

La mostra, che ha debuttato alla Castiglia di Saluzzo in occasione dei cinquant’anni dalla morte del pittore, arriva a Torino in un adattamento speciale, pensato per gli spazi e l’atmosfera del Museo Accorsi-Ometto. Per l’edizione 2019 sono state utilizzate, oltre ai repertori filmati, novanta fotografie, in gran parte inedite e le riproduzioni di ottantatré opere.
La colonna sonora originale, parte fondamentale delle tre installazioni, è stata composta ed eseguita da Marco Robino con l’Ensemble Architorti.
Il progetto è stato promosso dal Comune di Saluzzo, dalla Fondazione Artea e dalla Regione Piemonte, con la collaborazione della Associazione UrCA.
InTesta (Gruppo Armando Testa) e Il Museo Nazionale del Cinema hanno partecipato alla produzione dei contenuti multimediali.
Per l’edizione torinese si è aggiunto il patrocinio del Comune di Torino.



MUSEO DI ARTI DECORATIVE ACCORSI – OMETTO

Istituito per volere testamentario dell’antiquario Pietro Accorsi e realizzato grazie al tenace operato di Giulio Ometto, il museo custodisce una delle più importanti collezioni di arte applicata d’Europa.

Oltre 3000 oggetti, tra mobili, argenti, ceramiche, sculture e quadri, tra i quali il doppio-corpo dell’ebanista Pietro Piffetti, firmato e datato 1738, considerato uno dei mobili più belli al mondo.

Via Po, 55 – Torino │T. 011 837 688 int. 3

www.fondazioneaccorsi-ometto.itinfo@fondazioneaccorsi-ometto.it

 

ORARIO

Da martedì a venerdì 10.00-13.00; 14.00-18.00 │ Sabato, domenica e festivi 10.00-13.00; 14.00-19.00

Lunedì chiuso

 

COSTO BIGLIETTI

Mostra: intero € 8,00; ridotto € 6,00*

Museo (l’accesso al museo è possibile solo con visita guidata, compresa nel costo del biglietto): intero € 10,00; ridotto € 8,00*

Museo + Mostra: intero € 14,00; ridotto € 12,00*

* Ridotto: studenti fino a 26 anni, over 65, convenzioni, insegnanti

Gratuito: bambini fino a 12 anni, possessori Abbonamento Musei e Torino + Piemonte card, diversamente abili + un accompagnatore, giornalisti

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop