Roma News

ROMA, 14 June 2011

Musica FLEET FOXES a Roma - ATLANTICO LIVE

giovedì 17 Novembre 2011

fleet_foxes_a_roma_atlantico_live_news_roma_roma_lazio
Condividi

Dopo gli straordinari riconoscimenti degli esordi e del nuovo disco (entrambi ritenuti dischi fondamentali dalla critica piu' esigente di tutto il mondo, da Mojo a Billboard passando per The Independent e Sunday Times), vittorie di premi internazionali e nomination agli awards piu' ambiti, la partecipazione ai festival piu' prestigiosi da Glastonbury a Coachella, la band capitanata dal talento cristallino di Robin Pecknold arriva in italia per tre concerti attesissimi da chi ama e vorra' scoprire le autentiche atmosfere acustiche e meditative di un folk rock d'altri tempi.

Guarda WHITE WINTER HYMNAL dei FLEET FOXES dal vivo di fronte a 100.000 persone estasiate al FESTIVAL DI GLASTONBURY:
http://www.youtube.com/watch?v=Pw2OP_6YeTw
 
Giovedì 17 Novembre 2011
Roma - ATLANTICO LIVE
Viale Dell'Oceano Atlantico, 271
Apertura porte Ore: 19.30 - Inizio Concerto Ore: 21.00
prezzo del biglietto: 25 euro + diritti di Prevendita

Sabato 19 Novembre 2011
Bologna
- ESTRAGON
Via Stalingrado, 83
Apertura porte Ore: 20.00 - Inizio Concerto Ore: 21.00
prezzo del biglietto: 25 euro + diritti di Prevendita

Domenica 20 Novembre 2011
Milano
- TEATRO SMERALDO
Piazza 25 Aprile, 10
Apertura porte Ore: 20.00 - Inizio Concerto Ore: 21.00
prezzo del biglietto:
poltronissima centrale numerata: 37 euro + diritti di prevendita
poltronissima laterale numerata: 32 euro + diritti di preventia
poltrona numerata: 32 euro + diritti di prevendita
prima balconata: 27 euro + diritti di prevendita
seconda balconata: 22 euro + diritti di prevendita

Biglietti in vendita dalle 12.00 di Venerdì 17 Giugno sul circuito Ticketone e da Venerdì 24 Giugno nelle altre prevendite autorizzate
Informazioni su come acquistare i biglietti:
Ticketone 892 101 www.ticketone.it
Ticket.it 02 54271 www.ticket.it
L'organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei comunicati ufficiali.
 
www.vivoconcerti.com



Dai sobborghi di Seattle per conquistare il mondo attraverso una musica apparentemente semplice, acustica e dolcissima. Si potrebbe semplificare in queste poche parole la carriera dei Fleet Foxes (creatura nata dalla mente di Robin Pecknold e Skyler Skjelset, amici e compagni di scuola sin dall'infanzia), probabilmente la band più importante in ambito folk uscita negli ultimi dieci anni di storia musicale.
Con solo due album all'attivo, il folgorante esordio omonimo del 2008 ed il più recente, uscito ad inizio Maggio, intitolato Helplessness Blues, questa band americana ha riscritto completamente le regole della musica folk aggiornandola senza dimenticare le basi che abitano nei dischi di Bob Dylan, Neil Young e Brian Wilson.
Quello che ha lasciato di sasso tutti, critica e pubblico, è la coralità quasi meditativa che si ritrova nelle composizioni di questa straordinaria formazione che, attraverso suoni delicati e raffinati, narra storie e racconta la vita di tutti i giorni in una maniera spiazzante e magica.
Con una coralità d'insieme sorprendente, testi raffinati quanto riflessivi i Fleet Foxes creano atmosfere inimitabili per fascino e ricerca; raccontano con la musica un mondo dove nulla spicca o ha maggiore spazio ma tutto è bilanciato nella sua impalpabile fragilità.
La musica dei Fleet Foxes dipinge paesaggi commoventi fatti di spazi aperti vastissimi, pacifici, dove a dolci colline verdi si alternano strade sterrate che si perdono nelle campagne americane. Non è un caso che spesso il folk-rock di questa formazione venga definito come "rurale" e che l'immagine che il gruppo diede (soprattutto agli esordi) era quello della classica formazione indie-folk con cappelloni a falda larga e barba lunga.
Dopo aver pubblicato in sordina il primo album - semplicemente intitolato Fleet Foxes - per la Sub Pop, la musica della band arriva alle orecchie di Simon Raymonde, proprietario dell'etichetta inglese Bella Union, che decide di pubblicare il disco in Europa intuendo le potenzialità del suono anni '60 e '70 che ricorda molto il folk britannico di Donovan, Fairport Convention, Nick Drake oltre che le ovvie basi sonore di "americana". Ed è ora che il disco, prodotto con le sole finanze della band stessa, esplode come fenomeno in tutto il mondo. Merito di un singolo che unisce il folk, il rock ed una impeccabile melodia pop, è White Winter Hymnal che diventa da subito una hit planetaria.
Basta questo perchè il fenomeno Fleet Foxes esploda e raggiunga il mondo intero con concerti esauriti ovunque, festivals che fanno a gara per accaparrarseli e ovviamente le vendite del disco che decollano facendo del loro esordio addirittura disco d'oro in UK.
Ma Fleet Foxes non è solo quel singolo, tutto il disco d'esordio è davvero "in stato di grazia" e sono tanti quelli che si innamorano delle atmosfere genuine, acustiche e raffinate del combo di Seattle ed è così che il disco diviene un vero e proprio caso internazionale, eletto disco dell'anno per un numero incalcolabile di magazines e siti internet, tra cui spiccano Billboard, Mojo e naturalmente l'influentissimo Pitchfork.
Uscito nella seconda metà del 2008, Fleet Foxes ha creato grandissime attese per il suo successore arrivato a maggio 2011 con il titolo Helplessness Blues, che conferma quanto di ottimo l aband ha messo in mostra nel precedente lavoro in studio.
Questo nuovo disco mostra una ulteriore maturazione compositiva del gruppo che non abbandona i territori nostalgici e rurali che tanta fortuna e fama gli hanno fatto guadagnare, ma anzi rende la sua miscela ancora più organica e compatta grazie ad una maggiore ricercatezza negli arrangiamenti e nei particolari, come l'utilizzo di violini, vibrafoni, fiati. Il risultato è un disco folk-pop sincero in cui la semplicità non è altro che la concreta padronanza dei propri mezzi e la costante voglia di rendere sempre migliore la propria arte.

Sito Internet: www.fleetfoxes.com

 

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop